Scivola nella roggia, in acqua per due ore Salvato, finisce in ospedale per ipotermia
Osio Sotto, la roggia dove è caduto l’uomo

Scivola nella roggia, in acqua per due ore
Salvato, finisce in ospedale per ipotermia

Giovedì 7 novembre a Osio Sotto: l’uomo si era fermato per fare i propri bisogni ed è caduto. Soccorso da un passante un paio d’ore più tardi.

È caduto in una roggia senza riuscire a risalire sulla sponda e restando nell’acqua fredda per due ore prima di essere salvato. È accaduto giovedì 7 novembre a Osio Sotto: l’uomo – 43 anni, della Valle Seriana – una volta soccorso è stato portato al Policlinico San Marco di Zingonia in stato ipotermia. Il quarantatreenne – hanno ricostruito i carabinieri di Treviglio – stava andando proprio al Policlinico per una visita. Arrivato in via Ciserano, ha deciso di parcheggiare e percorrere a piedi la pista ciclopedonale, che permette di raggiungere proprio l’ospedale. A un certo punto, però, si è fermato per fare pipì e così si è portato sulla sponda della roggia, cadendo in acqua: lì è rimasto per due ore, fino a quando un passante lo ha visto e ha dato l’allarme.


Leggi di più acquistando a 0,99 euro la copia digitale de «L’Eco di Bergamo» di venerdì 8 novembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA