Treviglio, giro di vite sulla spaccio Controlli sugli autobus degli studenti
I controlli sui bus (Foto by Luca Cesni)

Treviglio, giro di vite sulla spaccio
Controlli sugli autobus degli studenti

Oltre 200 giovani controllati dalla polizia dopo segnalazioni su consumo e spaccio di sostanze stupefacenti

Negli ultimi giorni la Polizia di Stato ha ripreso i controlli straordinari nella zona di Treviglio anche per prevenire il fenomeno dello spaccio e del consumo di droga da parte di giovani e studenti. In particolare oltre ai servizi continuativi giornalieri delle Volanti di turno il Commissariato di P.S. di Treviglio, unitamente alla Polizia Stradale e alla Polizia Locale di Treviglio con unità cinofila, hanno effettuato controlli sugli autobus delle linee che al mattino dai paesi circostanti portano gli studenti nelle scuole superiori, controllando circa 200 giovani. Questi servizi si sono resi necessari dopo segnalazioni su diversi giovani che, oltre a consumare stupefacenti durante il viaggio, li spacciavano anche ai coetanei. Il controllo con l’unità cinofila è stato poi esteso anche al giardino di largo Caprera, indicato più volte come luogo di ritrovo di ritrovo di questi giovani.

I controlli della polizia a Treviglio

I controlli della polizia a Treviglio
(Foto by Luca Cesni)

Ulteriori controlli straordinari del territorio sono stati effettuati anche con l’ausilio di 8 pattuglie del Reparto prevenzione crimine della Lombardia, su persone e veicoli in transito in città, in particolare nelle aree maggiormente colpite da furti e spaccio di stupefacenti. Controlli effettuati anche nell’Hotel La Lepre, ormai degradato e in stato di abbandono, dove è stato segnalato spaccio e consumo di droga nelle adiacenze e all’interno. Sul posto sono stati sorpresi due cittadini marocchini B.M. 22enne, e N.B. 33enne non in regola con le norme di soggiorno, uno dei quali anche destinatario di un provvedimento di espulsione. Entrambi sono stati denunciati e messi a disposizione dell’Ufficio Immigrazione per gli ulteriori provvedimenti. Analogamente si è proceduto anche nei confronti di un 27enne egiziano, fermato in via Francesco d’Assisi, privo di permesso di soggiorno e destinatario di un provvedimento di espulsione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA