Albino: «Insultato sul bus perché nero» La Sab: avviata un’indagine interna

Albino: «Insultato sul bus perché nero»
La Sab: avviata un’indagine interna

Una segnalazione alla società di autotrasporti, due video postati nella giornata di venerdì 22 marzo su Instagram in cui si sente un autista apostrofare con pesanti epiteti razzisti un passeggero, che sui Social ha diffuso le immagini denunciando l’episodio. I video, sabato mattina, erano stati rimossi e poi ripostati.

Sono stati rimossi e poi ripostati i video che hanno fatto il giro dei Social venerdì 22 marzo: in particolare su Instagram nei filmati si sentiva un autista apostrofare con pesanti epiteti razzisti un passeggero, che a sua volta replicava con qualche parolaccia. A denunciare l’episodio è stato lo stesso passeggero oggetto degli insulti razzisti, che su Instagram appare con il nome di Malcolm Jamal e che ha scritto: «Giovedì mattina stavo aspettando il pullman della Sab per andare ad Albino. Arrivato il pullman, l’autista non voleva farmi entrare perché secondo lui, dato che sono nero, era ovvio che non avessi avuto il biglietto, ma poi, solo perché ha notato che un altro ragazzo di carnagione chiara voleva entrare, ha aperto la porta».

«Una volta salito sul pullman gli ho chiesto il perché di questa sua azione, e lui, come già detto prima, ha affermato di non volermi fare entrare perché riteneva che io non avessi il biglietto del pullman – continua –. A tal proposito ho detto all’autista che il biglietto lo avevo, lui con arroganza me lo ha chiesto, ma solo a me».

«La situazione poi è degenerata con vari insulti iniziati dall’autista nei miei confronti – conclude Jamal –. Ho denunciato l’accaduto al direttore dell’agenzia della Sab, il quale mi ha chiesto scusa e ha affermato che prenderà dei provvedimenti. Io aspetto risposte...».

La Sab, interpellata sul fatto, ha confermato di aver ricevuto la segnalazioni in questione dal passeggero. «Sulla base del reclamo – ha detto Pietro Brunetti, direttore delle Risorse umane – Sab ha immediatamente avviato le indagini interne, al termine delle quali, una volta appurate le responsabilità da parte del conducente, saranno presi gli opportuni provvedimenti».
Sabato mattina i video sono stati rimossi dal profilo web.


© RIPRODUZIONE RISERVATA