Alimentari e farmacie senza Green pass: arriva il nuovo Dpcm

Anche nelle attività essenziali controlli a campione. Per verificare che siano soddisfatte solo le esigenze primarie. Intanto l’Austria approva l’obbligo vaccinale contro il Covid: è il primo Paese europeo a farlo.

Alimentari e farmacie senza Green pass: arriva il nuovo Dpcm

Alimentari e farmacie accessibili senza pass. Discussa la questione dei tabaccai visto che molti hanno i distributori esterni. Intanto oggi (giovedì 20 gennaio) è stato il giorno del debutto per parrucchieri, barbieri e centri estetici per l’accesso con la certificazione verde.

Anche nelle attività essenziali dove si potrà accedere senza il green pass verranno effettuati dei controlli a campione. È quanto prevede la bozza del Dpcm che il presidente del Consiglio Mario Draghi dovrebbe firmare nelle prossime ore.

L’articolo è stato inserito, viene spiegato da fonti ministeriali, per garantire che chi accede in quelle attività e servizi esentati dal pass lo faccia solo per soddisfare le esigenze primarie . Ad esempio, chi va in questura può farlo senza il pass per presentare una denuncia ma non per rinnovare il passaporto e chi entra in un ipermercato, può fare la spesa ma non acquistare beni non primari.

Intanto il Parlamento austriaco ha approvato l’introduzione del vaccino obbligatorio contro il Covid-19 ed è il primo Paese europeo a farlo . L’approvazione con la maggioranza necessaria dei voti è avvenuta dopo ore di battito in aula. La misura entrerà in vigore il 4 febbraio. Inoltre Vienna introdurrà una lotteria nazionale con premi da 500 euro per incoraggiare chi non si è ancora vaccinato contro il Covid a immunizzarsi: lo ha reso noto il governo, secondo quanto riporta il Guardian. Il governo stanzierà inoltre 400 milioni di euro per i Comuni «virtuosi» con la più alta percentuale di immunizzati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA