Alpini, Bergamo in testa La classifica nazionale e locale

Alpini, Bergamo in testa
La classifica nazionale e locale

Gli alpini iscritti all’Ana, al 1° luglio, sono 347.884. Di essi circa 1.500 risiedono all’estero. A questi uomini (e donne) che hanno svolto il servizio militare nelle truppe alpini si aggiungono gli aggregati (circa 78 mila) e gli Amici degli alpini (2500 circa). La tabelle con tutti i dati accorpati da Isaia Invernizzi.

Un esercito di cui si ha percezione «visiva» nell’evento dell’Adunata nazionale, durante il quale per ore ed ore sfilano le penne nere, ed una percezione «materiale» nelle tante opere, interventi, ed attività svolte nelle comunità di appartenenza e in occasione di eventi drammatici che colpiscono il Paese.

Entrambi questi elementi, la capacità di fare gruppo e la disponibilità molto pragmatica, spiegano l’affetto che la gente tributa agli alpini. Il segreto sta nella diffusione capillare in ogni città, in ogni paese: sono ottanta le sezioni che corrispondono grosso modo ad altrettante province italiane (altre 30 sezioni sono all’estero, dalla vicina Svizzera agli usa, dall’Australia al SudAfrica), di cui fanno parte 4.298 gruppi.

Bergamo, che fra due anni festeggerà il suo centenario di fondazione, è la sezione con maggior numero di soci ed aggregati, ben 24.744, divisi in 278 gruppi, che significa una media superiore ad un gruppo per ogni comune bergamasco.

Non è un caso che durante le adunate nazionali gli alpini orobici facciano sempre la parte del leone sfilando ininterrottamente per quasi un’ora. Nella classifica delle sezioni seguono altre province alpine per eccellenza, che in cento anni di vita dell’Ana hanno dato generazioni di reclute ai Reggimenti alpini. Supera i 23mila Trento, li sfiora Verona, si tiene sotto i 20mila Vicenza. «Solo» al quinto posto la sezione di Brescia con 12500 alpini. In realtà le penne nere bresciane sono molte di più e potrebbero insediare il primato bergamasco se non fossero divise in sezioni. Infatti sempre in provincia di Brescia si trovano le sezioni di Salò e Breno-Valcamonica. Insieme le tre raggiungono 23.236 iscritti. Ed in tempi in cui i numeri si stanno riducendo il sorpasso potrebbe avvenire.


Approfondisci di più l’argomento con sei pagine del nsotro giornale: acquista a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo dell’8 luglio

© RIPRODUZIONE RISERVATA