Atalanta, ancora un punticino per la porta principale dell’Europa

Atalanta, ancora un punticino
per la porta principale dell’Europa

Il 25 agosto il sorteggio dei gironi di Europa League: basta un punto tra Empoli e Chievo per evitare i preliminari.

Rammarico per aver pareggiato col Milan? Perché mai! Presidente, dirigenti, mister e giocatori hanno esultato nel dopo partita negli spogliatoi. E i tifosi hanno proseguito i festeggiamenti nel corso della notte tra sabato e domenica in centro. Siamo in Europa al 100 per 100 dopo qualcosa come 26 anni di attesa, e per lo più a un paio di turni dal termine del campionato.

Adesso tranquilli e sereni: ci manca un punto, solo un punticino, per piazzarci definitivamente al quinto posto, evitando così i fastidiosi (ed insidiosi) preliminari di Europa League. Sarà sufficiente un pari nelle rimanenti gare: a Empoli domenica prossima e col Chievo a Bergamo nel gran finale di stagione, il 28. E se è vero che i toscani sentono il fiato sul collo del Crotone, lo è pure il fatto che domenica i calabresi sono ospiti di una Juventus che intende chiudere una volta per tutte la pratica scudetto per poi concentrarsi sulla finale di Champions a Cardiff. Come dire che un punticino al «Castellani» potrebbe andare bene per tutti.

Volendo giocare poi solo sui numeri, i punti in palio sono 6 e quelli che ci separano dalla Lazio e dal quarto posto solo 4: il che potrebbe fare da ulteriore stimolo ad una squadra che sazia non lo è mai. Lo si è visto contro un Milan decisamente in difficoltà, aggredito in più frangenti da Gomez e compagni, decisamente in palla e in forma nonostante una stagione sempre ad alto livello. Insomma, è già Europa, vediamo di entrarci dalla porta principale, quella dei gironi che verranno sorteggiati il 25 agosto. Ma nel frattempo godiamoci una lunga festa, appena all’inizio. Del resto lo ha detto lo stesso presidente, Antonio Percassi: «Qualcosa di straordinario si farà anche col Chievo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA