Corna Imagna, Paolino è salvo grazie al fiuto del cane Jago

Corna Imagna, Paolino è salvo
grazie al fiuto del cane Jago

L’87enne era scomparso sabato sera. Aveva dormito nel fienile: sta bene.Il figlio: «Grazie a chi l’ha cercato, siete angeli». Ma senza il fiuto di Jago sarebbe stato tutto più difficile.

Lo stavano cercando da sabato ma per ritrovarlo c’è voluto il fiuto di Jago. Intorno alle 10 nei boschi di Corna Imagna la squadra composta da volontari della Protezione civile e cinofili, mentre stava perlustrando la zona di Ca’ Gavaggio, è stata indirizzata dal cane Jago, un pastore tedesco, verso una baita. Qui i volontari hanno trovato Paolino sano e salvo: era sotto la tettoia. Ai soccorritori Paolino avrebbe detto in dialetto valdimanigno (l'anziano è originario di Rota d’Imagna): «Devo fare l’orto e sto aspettando i miei figli», raccontando loro della sua vita da emigrante in Svizzera e precisando che aveva dormito nel fienile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA