Primavera?No,nuova ondata di maltempo «Sulla sfilata decidiamo giovedì sera»

Primavera?No,nuova ondata di maltempo
«Sulla sfilata decidiamo giovedì sera»

La perturbazione interesserà soprattutto il Centro e il Nord. Nel fine settimana arriverà anche dell’aria fredda e si aprirà un periodo con temperature sotto le medie del periodo. Il Ducato di Piazza Pontida: «Sulla programmazione della manifestazione decidiamo giovedì sera».

La breve tregua sta per terminare perché è in arrivo una nuova perturbazione che da giovedì porterà una nuova ondata di maltempo soprattutto al Centro Nord. Lo dice in una nota il meteorologo di 3bmeteo.com Francesco Nucera che spiega: «Prosegue il periodo turbolento in questo mese di marzo con un passaggio di perturbazioni e un andamento termico a montagne russe tipico dei periodi di transizione».

La nuova perturbazione porterà rovesci e temporali al Centro Nord con fenomeni più intensi su Liguria, Toscana, fascia prealpina e Friuli. Generose nevicate si avranno sulla cerchia alpina mediamente dai 1000-1400m, a tratti più in basso tra Piemonte e Valle d’Aosta.

«Venerdì il tempo sarà ancora instabile con qualche fenomeno al Centro; dalla sera la tendenza sarà verso un peggioramento anche al Nord. Proprio questa giornata segnerà il confine tra l’arrivo di masse d’aria diverse sul Mediterraneo. Al Nord primi refoli freddi porteranno un graduale calo delle temperature che sarà più palese nel fine settimana. Al Sud e sulla Sicilia i venti di Scirocco porteranno temporaneamente il termometro sopra i 20°C con picchi di 24-25°C tra Sicilia e Calabria».

Nel fine settimana aria decisamente fredda, in discesa sul bordo orientale dell’anticiclone sulla Scandinava, attraverserà molte Nazioni d’Europa. La massa d’aria, seppur più attenuata e richiamata da una bassa pressione sul Mediterraneo, raggiungerà anche l’Italia ad iniziare dalle nostre regioni settentrionali dove qui il clima tornerà ad essere invernale. Si aprirà un periodo termicamente sotto le medie del periodo. «Nulla di eccezionale: anche se l’Italia non verrà interessata in maniera diffusa dalla parte più intensa del freddo che comunque rimarrà al di là delle Alpi , sarà comunque uno dei bersagli preferiti dalle perturbazioni».

Occhi puntati al cielo da parte degli organizzatori della Sfilata di Mezza Quaresima a Bergamo: «Decidiamo giovedì sera, e speriamo proprio di farcela» spiega Mario Morotti, duca di Piazza Pontida.


© RIPRODUZIONE RISERVATA