Dal caviale russo ai dolci dei Simpson  Sentierone, giovedì tornano i Mercatanti

Dal caviale russo ai dolci dei Simpson
Sentierone, giovedì tornano i Mercatanti

Un modo per «viaggiare» fra i sapori dell’Europa senza muoversi da Bergamo. Quest’anno l’appuntamento dei Mercatanti in Fiera è in programma dall’11 al 14 ottobre, quando il centro cittadino di Bergamo si vestirà d’Europa.

Numerosissimi commercianti provenienti da ogni angolo del continente, dalla Spagna all’Olanda passando per la Francia e la Gran Bretagna, e naturalmente Italia, sono pronti a invadere e colorare la città di Bergamo. Tra autentici profumi e sapori d’oltre confine.

Siamo alla 17esima edizione dei Mercatanti in Fiera, con 19 Nazioni che saranno rappresentate in centro a Bergamo, oltre a 13 Regioni italiane. Ospite speciale la Taverna Valtellinese di Bergamo che si presenterà con uno stand: per la prima volta un ristorante bergamasco esce dal locale e scende in piazza. Tra le novità a «km zero», anche le lumache di un’azienda biologica di Calcinate.

Tra i Paesi che coloreranno la città i fiori dall’Olanda, il cibo delll’Austria e Germania, ma anche i dolci tipici della Spagna, Francia e Gran Bretagna. Tra le novità la Russia con il suo caviale e gli Stati Uniti con le golosità americane. «Ci saranno i dolci che mangia Homer Simpson» sorridono gli organizzatori. Nuovi ingressi anche per il Messico, il Brasile e l’Eritrea.

L’appuntamento, organizzato da Confersecenti Bergamo e Anva, è da giovedì 11 a domenica 14 dalle 9.30 alla mezzanotte .La manifestazione richiama sempre moltissime persone e soprattutto per la domenica sono previste restrizioni del traffico che saranno definite dal Comune di Bergamo per permettere il transito dei tanti pedoni.

Sono attese più di 120 mila persone. «Ogni anno i Mercatanti portano allegria e prodotti artigianali nel centro di Bergamo – spiega Giulio Zambelli, presidente di Promozioni Confesercenti – Come sempre va sottolineato che l’offerta dei venditori ambulanti non va a sovrapporsi a quella dei negozi e dei bar del centro: l’evento richiama decine di migliaia di visitatori e le ricadute, anche stavolta, saranno positive per tutti gli operatori economici».

«Il Sentierone – commenta il Sindaco Giorgio Gori - era prima sede della fiera della città: l’architetto Piacentini ne ha fatto un centro direzionale a inizio del Novecento, uno spazio fatto di banche e uffici. Il genius loci del Sentierone riaffiora con i mercatanti, iniziativa che ne riscopre la vocazione commerciale. Sono felice di sottolineare l’impegno degli organizzatori nell’alzare il livello qualitativo della manifestazione, raccogliendo una precisa richiesta dell’Amministrazione comunale. Anche per questo motivo il successo dell’iniziativa è cresciuto in questi anni. Colgo l’occasione infine per evidenziare la collaborazione con il commercio in sede fissa, in particolare bar ristoranti e attività ricettive».

La rassegna, organizzata da Promozioni Confesercenti in collaborazione con il Comune di Bergamo, è giunta ormai alla 17esima edizione. Un appuntamento entrato nella tradizione dei grandi eventi bergamaschi: nata nel ’99, inizialmente aveva cadenza biennale. Ma il grande successo riscontrato rese inevitabile il passaggio a una cadenza annuale. Da tre anni la rassegna dura quattro giorni, per consentire a bergamaschi e turisti di gustarsi senza fretta le più gustose specialità europee.

«La manifestazione genera un impatto importante anche per il settore ricettivo - aggiunge Cesare Rossi, direttore di Promozioni Confesercenti -. Sono sempre più numerosi i visitatori che pernottano in città per gustarsi al meglio l’evento. I Mercatanti coinvolgono tutta Bergamo in una grande festa popolare che mantiene le sue caratteristiche di sostenibilità grazie agli sforzi dell’organizzazione».


© RIPRODUZIONE RISERVATA