Gas e luce, attenzione alle scadenze Ecco una guida per risparmiare in bolletta

Gas e luce, attenzione alle scadenze
Ecco una guida per risparmiare in bolletta

Il passaggio obbligato dalle tariffe tutelate alla libera concorrenza sconvolgerà il mercato dell’energia e anche le bollette degli italiani.

Sono quasi 300 mila le famiglie bergamasche che entro il 1° luglio 2019 dovranno cambiare contratto. È quindi fondamentale prestare attenzione alle offerte per evitare spiacevoli sorprese.

Ecco dieci consigli per trovare l’offerta ideale e risparmiare.

1. Conoscere i propri consumi. Prima di valutare le tariffe è bene conoscere il proprio consumo annuo di energia. Questo dato è molto importante perché le offerte si basano sulla quantità di kW di luce e metri cubi di gas consumati e prevedono prezzi a soglia. Come trovare i consumi? Basta consultare le bollette, dove sono riportati i volumi di gas o luce annui.

2. Promozioni. Le aziende propongono promozioni a tempo, cioè con una scadenza che può riguardare il prezzo diretto di gas e luce oppure altre voci di spesa come servizi di vendita e distribuzione. Rimanere aggiornati è fondamentale.

3. I bonus «luce e gas». Durante l’anno le società propongono bonus per i clienti che scelgono l’opzione unica «luce e gas» con lo stesso fornitore. In questo caso si può risparmiare molto sulla bolletta, ma anche qui attenzione a consumi e soglie.

4. La fatturazione. Con fatturazione elettronica e domiciliazione bancaria è possibile risparmiare. Il mancato invio tramite posta della bolletta cartacea comporta meno costi cartacei, mentre la domiciliazione bancaria evita ritardi di pagamenti e conseguenti sanzioni.

5. Schede di confrontabilità. Una volta raccolte tutte le informazioni e individuata l’offerta, si possono consultare le schede di confrontabilità. In rete sono molto facili da trovare: basta inserire i dati e paragonare i prezzi dei diversi fornitori di energia.

6. Il prezzo bloccato o indicizzato. Le società del mercato libero spesso offrono tariffe a prezzo bloccato per un determinato periodo di tempo, solitamente 12 o 24 mesi. Si tratta di un’opzione perfetta se si vuole evitare rincari causati dall’oscillazione del prezzo dell’energia. Occhio però alle condizioni alla scadenza dei mesi di blocco, il prezzo potrebbe aumentare in modo considerevole.

7. I bonus sociali. Tra le varie opzioni di risparmio ci sono anche quelle legate alla situazione familiare. I nuclei numerosi o con basso reddito possono chiedere il bonus gas o luce, che prevede sconti in bolletta da chiedere al Comune di residenza.

8. Le offerte dedicate. Particolari figure professionali possono avere sconti dedicati. Tutti i fornitori prevedono sconti e offerte particolari per aziende o professionisti sotto la voce «business».

9. Manutenzione straordinaria. Cambiare la caldaia è un costo, ma anche un investimento lungimirante e sicuro. I nuovi impianti garantiscono un risparmio di gas e, grazie anche alle detrazioni fiscali al 65%, il costo può essere ammortizzato in breve tempo.

10. Restare aggiornati. L’attenzione continua alle offerte è fondamentale. Ad ogni cambiamento di stile di vita e quindi di consumi si può scegliere una tariffa migliore. È il principale vantaggio del mercato libero, che propone offerte ad hoc per ogni famiglia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA