Luce e ombra  nell’arte a Bergamo

Luce e ombra
nell’arte a Bergamo

A conclusione dell’edizione 2019 della rassegna culturale delle Acli provinciali di Bergamo, tornano gli «Itinerari di Molte fedi». Si tratta di sei percorsi di approfondimento su altrettanti temi, composti da più incontri ciascuno, per un numero ristretto di persone , su iscrizione.

Gli Itinerari sono molto apprezzati dal pubblico di Molte fedi proprio per la capacità di approfondire e sviscerare questioni complesse in più appuntamenti. Induismo, buddhismo, monachesimo, ma anche arte, cibo e la questione palestinese tra gli argomenti proposti quest’anno.

L’appuntamento di mercoledì 22 gennaio alle 20.30, all’interno del tema «Luce e ombra nell’arte», si intitola «Luce e ombra nell’arte» ed è con Sem Galimberti, pubblicista e pittore. «Meglio accendere una candela che maledire l’oscurità» è un proverbio cinese. I pittori catturano la luce, la scompongono nella molteplicità dei colori e la ricompongono in compagnia dell’ombra. La luce segna tutte le stagioni dell’arte, dall’oro bizantino alle vetrate delle cattedrali gotiche, dalla luminosità realistica del Caravaggio all’impressione retinica dei pittori francesi, dalla candela di de La Tour alla luce fluorescente degli ambienti contemporanei di Dan Flavin.

Gli altri incontri in programma sul tema
- Mercoledì 29 gennaio 20.30
Tre giganti luminosi: Michelangelo Merisi Caravaggio, Francisco de Zurbaran e Rembrandt van Rijn.

- Mercoledì 5 febbraio 20.30
Georges de la tour: La fiamma di una candela squarcia le notti buie.

- Sabato 15 febbraio
Visita guidata: De La Tour, l’Europa della luce. Palazzo Reale, Milano. Partenza ore 10.00 - Piazzale della Malpensata - Rientro ore 16.

Per informazioni
moltefedi@aclibergamo.it
www.moltefedi.it/itinerari
Telefono : 035/210284.



© RIPRODUZIONE RISERVATA