Marisa, le minacce dell’ex «Ti getterò l’acido addosso»

Marisa, le minacce dell’ex
«Ti getterò l’acido addosso»

Nella denuncia il drammatico racconto della 25enne uccisa: «Lui mi diceva: sei di mia proprietà perché ti ho sposato, non ci separeremo».

Oggi Marisa Sartori avrebbe compiuto 26 anni. E sarebbe stato il primo compleanno, dal 2012, da giovane donna separata, che aveva trovato la forza di chiudere un legame malato: non l’ha potuto festeggiare, perché l’uomo che lei che aveva sposato nel 2012 in Tunisia e che aveva portato a vivere con lei in Italia e dal quale si era appena separata, Ezzedine Arjoun, 35 anni, sabato le ha tolto la vita a colpi di coltello, nel garage della casa dei suoi, a Curno, dove da aprile Marisa si era rifugiata per sfuggire alle sue violenze. Ad aprile 2018 Marisa aveva scelto di andare a stare dai suoi, nella casa di via IV novembre dove sabato è stata accoltellata, di avviare le pratiche della separazione e lui era piombato nella palazzina minacciandola di morte e insultandola: erano arrivati anche i carabinieri per calmare le acque. E lui, per tutta risposta l’aveva avvertita: «Da domani vado in giro con l’acido e se tu mi metti nei guai lo getto addosso a te o ai tuoi».


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 5 febbraio 2019

© RIPRODUZIONE RISERVATA