Mascheroni e Sarpi i licei migliori Scopri la scuola più adatta a te

Mascheroni e Sarpi i licei migliori
Scopri la scuola più adatta a te

La classifica delle migliori scuole bergamasche secondo i dati Eduscopio 2018. Primeggiano i licei Mascheroni e Sarpi. On line un data base per trovare la migliore scuola secondo le proprie inclinazioni

On line l’edizione 2018-19 di Eduscopio: per la nuova edizione, i ricercatori della Fondazione Agnelli - Gianfranco De Simone e Martino Bernardi - hanno analizzato i dati di circa 1.260.000 diplomati italiani in tre successivi anni scolastici (a.s. 2012/13, 2013/14 e 2014/15) in circa 7.000 indirizzi di studio nelle scuole secondarie di II grado statali e paritarie.

Per la prima volta sono presenti i risultati dei Licei scientifici delle Scienze Applicate scorporati da quelli dei Licei scientifici tradizionali, come pure i risultati dei Licei delle scienze umane – opzione Economico sociale scorporati da quelli degli altri Licei delle Scienze Umane: in entrambi i casi sono arrivati a compimento gli esiti del primo ciclo di studenti, che avevano iniziato i nuovi percorsi della riforma Gelmini nel 2010.

Ma la novità forse più rilevante di quest’anno è l’aggiunta di un indicatore chiamato Percentuale di diplomati in regola. Si tratta di un indicatore importante, perché ci dice per ogni scuola quanti studenti iscritti al primo anno hanno raggiunto senza bocciature il diploma 5 anni dopo. Se la percentuale è alta, la scuola è molto inclusiva e si impegna a portare avanti il maggiore numero di studenti, senza praticare una severa politica di scrematura: così gli studenti hanno percorsi più regolari. Se è basso, la scuola è molto selettiva e gli studenti sono incappati in bocciature e/o hanno abbandonato l’istituto.

On line un vero e proprio servizio per gli studenti che dopo la terza media stanno pensando al loro futuro: con un questionario e secondo le proprie inclinazioni, gli studenti (ma anche i genitori e professori) possono recuperare la lista dei migliori istituti sul loro territorio. Con una domanda che pone davanti a un bivio: sei orientato verso il mondo del lavoro o punti alla laurea? Da qui cambiano gli indici e si valuta cosa è meglio per lo studente.

Per chi punta al lavoro primeggiano il Belotti per i tecnici economici con il Romero di Albino e l’Einaudi di Dalmine; il Paleocapa, il Piana di Lovere e il Majorana di Seriate per i tecnologici, il Rubini di Romano, Sonsogni di Nembro e l’Ipsaar di San Pellegrino per i professionali con indirizzo ai servizi e il Riva di Sarnico, il Pesenti di Bergamo e l’Archimede di Treviglio per l’indirizzo industria-artigianato.

Se invece l’università è il prossimo step formativo, al top degli scientifici resta il Mascheroni, con il Lussana al secondo posto seguito dal Turoldo di Zogno; il Sarpi per i classici con il Celeri di Lovere e il weil di Treviglio, il Galilei di Caravaggio per i linguistici, seguito dal Falcone e dal Romero. Il più quotato dei licei artistici è il Manzù di via Tasso.

Per gli istituti tecnici segnalato al top il Fantoni di Clusone con il Maironi da Ponte di Presezzo e il Romero di Albino. Per i Tecnologici in vetta il Rigoni Stern, il Natta e il Paleocapa, tutti a Bergamo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA