Mattarella premia gli eroi del 2018 C’è anche l’allenatore del Pontisola

Mattarella premia gli eroi del 2018
C’è anche l’allenatore del Pontisola

Ritirò la squadra degli Esordienti del Pontisola dopo gli insulti a uno dei suoi giocatori. Il riconoscimento del Capo dello Stato a Igor Trocchia.

Ci sono due italiani, un uomo e una donna, che si sono distinti per chiare e coraggiose azioni antirazziste, tra i 35 eroi italiani i cui nomi il Quirinale renderà noti sabato 29 dicembre, scelti dal presidente Sergio Mattarella per l’esempio civile dato. Secondo quanto trapela si tratterebbe dell’allenatore del Pontisola, squadra del campionato di calcio Esordienti della Bergamasca, Igor Trocchia, che ha ritirato i suoi dal campo dopo ripetuti insulti razzisti dei tifosi avversari contro un proprio giocatore minorenne e di colore.

L’episodio risale al maggio scorso: un calciatore dodicenne degli esordienti del Pontisola durante la partita di un torneo, a Rozzano (Milano), è stato insultato con una frase razzista da un coetaneo della squadra avversaria. Quando a fine partita l’allenatore-educatore Igor Trocchia è venuto a sapere di questo grave episodio nei confronti del ragazzino di colore ha ritirato la squadra dal torneo.

«A fine partita – racconta il mister – ci siamo riuniti in cerchio per analizzare le fasi di gioco, un ragazzino della squadra avversaria si è avvicinato al nostro giocatore per scusarsi e gli ha chiesto di battere il 5, ma lui ha rifiutato le scuse. Mentre gli stavo chiedendo il perché di questo atteggiamento, un compagno di squadra mi ha informato della frase razzista contro il nostro giocatore, che poi me l’ha confermato così come lo ha confermato il giocatore avversario. Con i ragazzi ci siamo trovati d’accordo nel voler dare un segnale forte contro il razzismo: ho deciso di ritirare immediatamente la squadra dal torneo».

L’eroina premiata dal Capo dello Stato é Maria Rosaria Coppola, sarta e costumista della Rai di Napoli, che su un convoglio della Circumvesuviana ha fermato gli insulti razzisti a un ragazzo nero da parte di un giovane napoletano, dicendogli «tu non sei razzista, sei stronzo», come da video virale.

Fra i premiati del Quirinale, che saranno decorati con l’Ordine al merito della Repubblica italiana (Omri), il riconoscimento per impegno sociale e civile, molti eroi del volontariato, della solidarietà e del terzo settore. I 35 prescelti saranno ricevuti nei prossimi mesi da Mattarella, che gli consegnerà personalmente il premio, secondo quanto riferito.


© RIPRODUZIONE RISERVATA