Maxi festa per i 75 anni della Giuliana Musica con Jerry Calà e tanti amici
Maurizio Radici con Giuliana e Jerry Calà

Maxi festa per i 75 anni della Giuliana
Musica con Jerry Calà e tanti amici

Un compleanno solidale quello di Giuliana che per i suoi 75 anni mercoledì sera in via Broseta ha organizzato una serata di beneficenza e in meno di cinque ore, con circa 250 ospiti, ha raccolto più di diecimila euro da donare all’Associazione Oncologica Bergamasca, che assiste i malati oncologici dell’ospedale Papa Giovanni XXIII.

In mezzo ai tavoli c’è lei, l’istrionica Giuliana, cuore atalantino e passato da miss. I 75 anni di attività del ristorante di famiglia, la Trattoria D’Ambrosio, li ha voluti festeggiare facendo del bene agli altri. Mercoledì sera in via Broseta ha organizzato una serata di beneficenza e in meno di cinque ore, con circa 250 ospiti, ha raccolto più di diecimila euro da donare all’Associazione Oncologica Bergamasca, che assiste i malati oncologici dell’ospedale Papa Giovanni XXIII. All’Aob Giuliana è legata da anni: prima come paziente e ora come vicepresidente.

Tanti i volti noti presenti alla serata: fra gli altri, il sindaco Giorgio Gori, il colonnello Mario Salerno, comandante provinciale della Guardia di Finanza, i giocatori dell’Atalanta Remo Freuler, Berat Djimsiti e Robin Gosens. Giuliana canta insieme ai suoi ospiti le canzoni che Jerry Calà sta eseguendo dal palco allestito in veranda, un’aria di festa dal sapore anni Ottanta. E poi su quel palco per un «Dio delle città» (titolo ufficiale «Uomini soli») con Calà ci sale pure Roby Facchinetti, che da Giuliana è un po’ di casa. «Penso al mio papà che l’ha aperta (ndr, la trattoria) nel 1943 e sono felice. Penso che la guarderà da lassù e vedrà come è diventata bella».

Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 21 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA