Musicista cadde in centro Chiede i danni: 91 mila euro

Musicista cadde in centro
Chiede i danni: 91 mila euro

Un percussionista di Lodi ha citato a giudizio il Comune di Bergamo: nel 2015 inciampò in un tombino scoperto sul Sentierone e venne operato ai gomiti. Ha chiesto un risarcimento per 91 mila euro.

Tre anni di attesa, due interventi chirurgici, una cicatrice di 10 centimetri sul gomito destro, un’invalidità del 18%, permanente come il timore di dover rivedere al ribasso professione e carriera. Poi la decisione: citare in giudizio il Comune di Bergamo, con una richiesta danni di 91mila euro per la sua catastrofica caduta sul Sentierone, l’11 ottobre 2015, domenica di festa ai «Mercatanti».

Tre anni dopo Marco Camia, 49 anni di Castelpusterlengo, Lodi, non ha dimenticato la sua maledetta domenica bergamasca. E l’incidente: un tombino sopraelevato di una decina di centimetri rispetto alla strada, alcuni cavi lasciati liberi che spuntano da sotto, il suo piede che resta incastrato nei fili. Lui inciampa, cade rovinosamente in avanti, appoggia a terra le braccia e si frattura i gomiti. La richiesta di risarcimento è di 91.009,33 euro al Comune di Bergamo: per febbraio è fissata l’udienza.


Leggi tutta la storia acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 12 dicembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA