Parcheggio Fara, Unesco allerta il ministero dei Beni culturali

Parcheggio Fara, Unesco allerta
il ministero dei Beni culturali

L’Unesco allerta il ministero dei Beni culturali sul parcheggio in costruzione alla Fara. Si accende così un altro riflettore sul cantiere al centro delle polemiche, già ai raggi X dell’Anticorruzione.

«Abbiamo provveduto a trasmettere le informazioni ricevute alle principali autorità nazionali competenti per ulteriori approfondimenti e osservazioni». Suona più o meno così (tradotta dall’inglese) la risposta dell’organizzazione delle Nazioni unite per l’educazione, la scienza e la cultura a Noparking Fara, associazione per Città Alta e i Colli e Legambiente. L’assessore ai Lavori pubblici Marco Brembilla - ormai abituato a essere nel mirino - non si scompone. «L’Unesco ha risposto ai Noparking? Va bene, quando e se Unesco richiederà ulteriori integrazioni alle carte del parcheggio della Fara, non avremo problemi a mandargliele, come già fatto in precedenza con un documento che rispondeva punto su punto alle richieste».

Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 17 luglio 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA