Partono le domande per la «Dote sport» Come ottenere i contributi fino a 200 euro

Partono le domande per la «Dote sport»
Come ottenere i contributi fino a 200 euro

Si apre la finestra annuale per presentare la domanda della «Dote sport». Dal 17 settembre fino al 31 ottobre le famiglie possono chiedere un contributo per le attività sportive dei figli.

La «dote sport», un contributo spesso sottovalutato, ma che può essere molto importante per le famiglie. Anche quest’anno la Regione ha deciso di stanziare due milioni di euro per garantire bonus che vanno dai 50 ai 200 euro. La finestra disponibile per presentare la domanda si apre oggi, lunedì 17 settembre, e si chiude il 31 ottobre. Vi proponiamo una semplice guida con tutte le informazioni sul contributo.

La Dote Sport è un contributo per sostenere i costi sostenuti per le attività sportive dei minori di età compresa fra 6 e 17 anni compiuti o da compiere entro il 31 dicembre 2018.

Le attività devono:

• prevedere il pagamento di quote di iscrizione e/o di frequenza;

• avere una durata continuativa di almeno sei mesi;

•essere svolte da associazioni o società sportive dilettantistiche iscritte ai registri Coni e/o CIP o affiliate a Federazioni Sportive Nazionali, Discipline Sportive Associate, Enti di Promozione Sportiva, Federazioni Sportive Paralimpiche, Federazioni Sportive Nazionali Paralimpiche, Discipline Sportive Paralimpiche, Discipline Sportive Associate Paralimpiche o da soggetti gestori di impianti società in house (a totale partecipazione pubblica) di enti locali lombardi.

Sono comprese le associazioni benemerite riconosciute dal Coni.

CHI PUO’ PARTECIPARE - La Dote Sport 2018 è destinata ai nuclei familiari:

• in cui almeno uno dei due genitori (o tutore/genitore affidatario), sia residente in modo continuativo da almeno 5 anni in Lombardia, alla data di scadenza del Bando (31/10/2018);

• che alla presentazione della domanda siano in possesso di un indicatore ISEE non superiore a € 20.000,00 o non superiore a € 30.000,00, nel caso di nuclei familiari in cui è presente un minore diversamente abile.

RISORSE DISPONIBILI - Due milioni di euro ripartiti per ambiti territoriali corrispondenti alle province lombarde, alla Città Metropolitana e, in funzione della sua specificità, al Comune di Milano in base al numero di minori residenti di età 6/17 anni.

È prevista una quota del 10% delle risorse a favore delle famiglie aventi minori diversamente abili.

La Dote Sport è un rimborso, delle spese sostenute dalle famiglie nel periodo settembre 2018 – giugno 2019, per l’attività sportiva dei minori.

Ciascuna famiglia potrà beneficiare di una sola Dote, del valore minimo di 50 euro e massimo di 200 euro.

Nei casi di nuclei familiari con più di 3 minori, sono assegnabili un numero massimo di 2 Doti.

Nessuna limitazione al numero di doti è prevista in caso di nuclei familiari con un minore diversamente abile.

C OME PRESENTARE LA DOMANDA - La domanda di Dote Sport può essere presentata da uno dei genitori o dal tutore (in possesso di apposita documentazione legale) conviventi con il minore, a partire dalle ore 12:00 del 17/09/2018 fino alle ore 16:30 del 31/10/2018.

La domanda deve essere presentata esclusivamente attraverso l’applicativo SIAGE messo a disposizione da Regione Lombardia, collegandosi al sito: www.siage.regione.lombardia.it.

Per poter accedere al servizio è necessario essere registrati e validati a sistema, come meglio specificato nel bando allegato.

INFORMAZIONI E CONTATTI - Per ogni informazione relativa al bando è possibile scrivere a dotesport@regione.lombardia.it.

Sono attivi, inoltre, i numeri verdi:

- 800 318 318 dal lunedì al sabato, esclusi i festivi, dalle ore 8.00 alle 20.00;

- 800.131.151 per l’assistenza informatica, dal lunedì al sabato, esclusi i festivi, dalle ore 8.00 alle 20.00

Per l’assistenza informativa è possibile anche scrivere a siage@regione.lombardia.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA