Pasticcini, parole e un tocco di magia Marco: «Londra mi ha dato fiducia»

Pasticcini, parole e un tocco di magia
Marco: «Londra mi ha dato fiducia»

Marco Marcantoni, da Barbata alla capitale inglese. In Italia solo porte chiuse, Oltremanica subito un lavoro. Ora ha scritto un libro sulle sue ricette di pasticciere: «Sono felice di essere riuscito a rendere una delle mie passioni un lavoro» afferma sorridente Marco Marcantoni, trentaquattrenne originario di Barbata, che da tre anni e mezzo vive a Londra, dove lavora come pasticcere in un ristorante di lusso del centro. Marco ha, da sempre, quattro grandi passioni, «la scrittura, la pasticceria, il calcio e la prestidigitazione - racconta - e qui in Inghilterra, oltre che essere diventato un pasticciere di professione, continuo a coltivarle tutte».

La strada che lo ha condotto dalla Bassa bergamasca fino alla capitale inglese, però, è stata lunga e costellata di difficoltà. Dopo aver frequentato l’ istituto statale di istruzione superiore Zenale Butinone a Treviglio e aver conseguito la laurea in Scienze della comunicazione all’ Università degli studi di Bergamo, ha cercato di trovare la sua strada in Italia, senza però riuscirci. «Dopo l’ università - continua Marco - ho provato a trovare il mio posto nel mondo della scrittura in Italia. Scrivere è sempre stata una delle mie passioni ed era l’ obiettivo per cui avevo studiato, ma nel nostro Paese non ho avuto opportunità di mettere in pratica ciò che avevo imparato e piano piano ho iniziato a capire che non avrei avuto spazio in quel mondo». Anche la pasticceria, però, come detto, lo ha sempre appassionato.

Essere più vicini ai bergamaschi che vivono all’estero e raccogliere le loro esperienze in giro per il mondo: è per questo che è nato il progetto «Bergamo senza confini» promosso da «L’Eco di Bergamo» in collaborazione con la Fondazione della comunità bergamasca onlus. Per chi lo desidera è possibile ricevere gratuitamente per un anno l’edizione digitale del giornale e raccontare la propria storia. Per aderire scrivete a: bergamosenzaconfini@ecodibergamo.it .


Leggi tutta la storia di Marco acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 15 luglio

© RIPRODUZIONE RISERVATA