Primi riscontri dall’autopsia  Stefania colpita quattro volte in testa

Primi riscontri dall’autopsia
Stefania colpita quattro volte in testa

Le prime indiscrezioni sull’ autopsia eseguita sul corpo di Stefania Crotti confermano al presenza di quattro fori sul cranio della donna uccisa a Gorlago, nella Bergamasca, da Chiara Alessandri, l’ex amante del marito.

Fori che secondo chi indaga - si legge in un aggiornamento Ansa - sarebbero frutto di quattro colpi con un oggetto appuntito compatibile con il martello trovato sotto il cadavere carbonizzato trovato venerdì scorso ad Erbusco nel Bresciano. L’autopsia, eseguita nei laboratori della medicina legale degli Spedali civili di Brescia, è durata dal mattino al pomeriggio e al momento pare non sia stato possibile stabilire il momento del decesso. Servono nuovi esami per capire se la donna è morta prima o dopo le fiamme che hanno carbonizzato il corpo.


Leggi l’approfondimento sull’Edizione de L’Eco di Bergamo in edicola 23 gennaio 2019

© RIPRODUZIONE RISERVATA