Stretta sui controlli a Bergamo Polizia ed Esercito sulle strade
I controlli in città (Foto by Colleoni)

Stretta sui controlli a Bergamo
Polizia ed Esercito sulle strade

Coronavirus, servizi congiunti di Polizia di Stato ed Esercito Italiano per controllare il rispetto delle misure anti contagio a Bergamo.

Da oggi, 21 marzo, sono operativi nella provincia di Bergamo servizi congiunti di Polizia di Stato ed Esercito Italiano, per rafforzare l’azione di contrasto alla diffusione del contagio da Covid19. «Il servizio - si legge in una nota - a cui le pattuglie sono state destinate, si innesta nella quotidiana, continua ed incessante attività svolta al fine di controllare e verificare il rispetto delle disposizioni previste dai provvedimenti governativi finalizzati alla limitazione di tutte le attività che possano favorire il diffondersi del contagio. L’azione sinergica tra Polizia di Stato ed Esercito Italiano, permetterà di rafforzare ed ampliare le attività già in atto, concentrandosi in particolare sulle arterie di grande scorrimento in entrata ed uscita dalla città di Bergamo. Le pattuglie saranno presenti altresì nel centro cittadino e nei luoghi ove con più frequenza possono formarsi assembramenti di persone che di fatto costituiscono un pericolo per la salute pubblica. I partecipanti saranno sanzionati ed allontanati dai luoghi di ritrovo. In questa operazione la Polizia di Stato impiega la professionalità e la capacità operativa delle donne e gli uomini delle Volanti, che ormai da settimane, giorno e notte, vigilano sulla sicurezza della comunità e sul rispetto delle regole di protezione per tutti i cittadini, insieme all’Esercito Italiano, che ha previsto l’impiego di 20 donne e uomini del 2° Reggimento Trasmissioni Alpino, inquadrati in «Strade Sicure» e ricompresi nel Raggruppamento Tattico Lombardia Trentino Alto Adige, già schierati presso l’Aeroporto di Orio al Serio; personale altamente specializzato che ha operato in molteplici contesti operativi, sia in patria che all’estero».


© RIPRODUZIONE RISERVATA