Mense, troppi legumi e poco prosciutto I bimbi «bocciano» i menù delle scuole

Mense, troppi legumi e poco prosciutto
I bimbi «bocciano» i menù delle scuole

Non incontrano il gradimento di tutti le modifiche introdotte nei menu a inizio anno. Risultato: i bambini mangiano meno e ci sono più avanzi. Ora il Comune ha chiesto ad Ats di rivedere gli abbinamenti.

Non fa gola a tutti il nuovo menu proposto nelle mense delle scuole cittadine. E così a Bergamo si sta cercando di lavorare per migliorarlo: nessun ritorno di insaccati ma un bilanciamento degli ingredienti nuovi, per cercare di vincere le resistenze dei più piccoli che, spesso, negli ultimi mesi, hanno avanzato troppo del cibo che veniva loro proposto. «Il nostro interesse – spiega l’assessore all’Istruzione del Comune di Bergamo, Loredana Poli – è quello che i bambini mangino. In questi mesi l’amministrazione comunale ha cercato di seguire le linee guida fornite da Ats. Ma si sono verificate situazioni di criticità, che stiamo cercando di affrontare».

Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 15 marzo 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA