«Una piazza in ogni quartiere della città» Un filo rosso da Campagnola alla Trucca
Il sagrato della chiesa di Campagnola che l’amministrazione vorrebbe allargare per realizzare una nuova piazza

«Una piazza in ogni quartiere della città»
Un filo rosso da Campagnola alla Trucca

Due pagine su «L’Eco» in edicola martedì 30 aprile: il sindaco Gori e l’assessore Valesini illustrano gli obiettivi dei prossimi anni. Centrodestra, Stucchi presenta la lista della Lega.

Un filo rosso che lega tutti i quartieri a sud della città dove nel disegno di Giorgio Gori, in caso di riconferma, troveranno spazio nuove piazze. «Una in ogni quartiere», secondo lo slogan elettorale lanciato qualche giorno fa: Campagnola, Celadina, Malpensata, Colognola, e ancora Boccaleone, San Tomaso, fino a spingersi a nord con Sant’Antonio a Valtesse. Attraverso nuovi collegamenti, alcuni già realizzati o pronti a partire, verranno completati quei legami urbani che il bando governativo vinto dal Comune di Bergamo ha contribuito a lanciare. E in più, un nuovo volto per un luogo del centro spesso dimenticato come piazza della Repubblica. Su «L’Eco di Bergamo» in edicola martedì 30 aprile la mappa con gli interventi.

E lunedì 29 aprile il candidato del centrodestra, Giacomo Stucchi, ha presentato la lista della Lega in corsa alle elezioni del 26 maggio: «Faremo di Bergamo una delle città più tecnologiche d’Europa – dice il candidato sindaco del centrodestra – declinando in chiave orobica una serie di interventi che riguarderanno l’illuminazione pubblica, la possibilità di connettersi alla rete utilizzando più punti rispetto a quelli attuali, e di usare un sistema di controllo intelligente del traffico, per regolamentare non solo la velocità, ma anche le emissioni sonore dei veicoli». Tutti i nomi su «L’Eco» in edicola martedì 30 aprile.

ECO.BERGAMO - VOTA IL SONDAGGIO SULL’AMBIENTE


© RIPRODUZIONE RISERVATA