Voli cancellati, le scuse di Ryanair «Assegni di indennizzo non firmati»

Voli cancellati, le scuse di Ryanair
«Assegni di indennizzo non firmati»

La compagnia aerea low cost Ryanair si è scusata con i propri passeggeri dopo che alcuni di loro l’avevano accusata di avere ricevuto assegni scoperti come indennizzi per voli cancellati.

La società ha spiegato oggi che un «piccolo numero» di assegni non era stato firmato a causa di un errore amministrativo e quindi è stato rimandato al mittente dalle banche. Nuovi assegni sono già stati inviati ai passeggeri interessati insieme a una lettera di spiegazioni, ha aggiunto.

Nel complesso gli assegni non firmati erano 190 sui circa 20.000 emessi a luglio: «Ci scusiamo sinceramente per il disagio provocato dal nostro desiderio di inviare rapidamente questi assegni di risarcimento ai nostri clienti», ha scritto la Ryanair in un comunicato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA