Mercoledì 02 Luglio 2014

Bandito piomba in casa con pistola
Minacciati a madre e bambino

I carabinieri sono intervenuti nella casa dove si è verificata la rapina

Prima il blackout. Nella stanza dove la mamma e il bimbo stanno facendo i compiti piomba il silenzio. La donna si allontana per verificare l’imprevisto guasto al contatore, ma al ritorno lo choc. Il figlio di nove anni ostaggio di un malvivente con la pistola. «Dammi i soldi o vi ammazzo», grida l’uomo. È quanto accaduto martedì mattina 1° luglio, in pieno giorno, a Calolziocorte, in un appartamento al primo piano del condominio in via alla Cascata nella frazione Foppenico, costruito negli Anni ’90 negli spazi dello stabilimento della società Erc che si era trasferita nell’attuale sede di via dei Sassi.

Alla fine il rapinatore si è accontentato dei 40 euro e della fede nuziale che gli sono stati consegnati. Si è dileguato dopo aver chiuso mamma e figlio nello sgabuzzino. Ma la paura lascia il segno.

La signora, impaurita alla vista del rapinatore, ha mostrato la borsa che aveva sul tavolo e ha consegnato al malvivente 35-40 euro, facendo presente che non aveva altri soldi in casa. Per farlo andare via gli ha consegnato anche la fede nuziale che aveva al dito.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 2 luglio

© riproduzione riservata