L’Atalanta vince a Valencia: 4-3. Ai quarti!
Incredibile Ilicic, è un poker per la storia

Diretta.

Lettura 4 min.
Josip Ilicic, grande eroe del match con un poker, realizza il gol del momentaneo 2-1 al 43’ pt (Ansa)

L’Atalanta e Ilicic nella storia! Dopo il 4-1 dell’andata, i nerazzurri vincono anche in uno stadio Mestalla vuoto piegando il Valencia per 4-3 e qualificandosi ai quarti di finale di Champions League. È stata la serata della squadra nerazzurra e di Ilicic. Sì,perché lo sloveno ha realizzato addirittura quattro gol ed è un’impresa record nella storia della Coppa dalle grande orecchie, mai un giocatore aveva firmato un poker esterno nella fase a eliminazione diretta. Per la compagine atalantina è stato un trionfo e ha un valore doppio perché ha regalato una gioia a una terra, quella bergamasca, che con l’Italia sta vivendo un momento molto duro a causa del coronavirus.

È stata una partita e una vittoria rocambolesca ma meritata quella dei nerazzurri. Il Valencia sperava nella remontada, ma il rigore trasformato al 3’ pt da Ilicic ha subito inferto un duro colpo alle residue velleità della squadra spagnola. Da quel momento in avanti è stata una sfida che il Valencia ha giocato con orgoglio, mentre l’Atalanta si è un po’ deconcentrata, tanto che al 22’ st è andata sotto per 3-2. Ma ai nerazzurri è stato sufficiente rimettere il turbo, sfruttando le lacune di una difesa spagnola imbarazzante e lo sbilanciamento rivale, per rimontare e vincere. Ora l’Atalanta è tra le migliori otto squadre d’Europa (insieme al Lipsia) e l’auspicio è che per i quarti ad aprile gli stadi si possano riempire di nuovo perché sarebbe un peccato non poter assistere dal vivo allo spettacolo di un’Atalanta irresistibile anche in Europa.

Secondo tempo

48’ Fine partita, Valencia-Atalanta 3-4. Nerazzurri ai quarti di Champions League!

47’ Splendida parata di Sportiello su Gameiro, liberato da Ferran Torres.

46’ Conclusione ravvicinata di Zapata, la palla supera la traversa.

45’ 2’ di recupero.

41’ Punizione a giro di Ferran Torres, grande risposta di Sportiello.

40’ Ammonito Freuler.

38’ Entra Tamèze per Pasalic.

37’ GOOOOOL Azione da sinistra a destra Zapata-Freuler-Ilicic ed è ancora lo sloveno a siglare una clamorosa quaterna personale di sinistro. VALENCIA-ATALANTA 3-4

34’ Entra Florenzi per Rodrigo.

33’ Entra Malinovskyi per Gomez.

29’ Entra Cheryshev per Coquelin.

26’ GOOOOOL Contropiede dell’Atalanta, Zapata da destra passa a Ilicic che al limite dell’area, centralmente, si libera e trafigge Cillessen di sinistro, palla nell’angolino alla sinistra del portiere. VALENCIA-ATALANTA 3-3

24’ Diagonale destro di Zapata, paratissima d’istinto di Cillessen che respinge di piede.

22’ GOL Lancio centrale di Parejo per Ferran Torres che sorprende centralmente la difesa atalantina e supera Sportiello in uscita con un pallonetto da fuori area. VALENCIA-ATALANTA 3-2

19’ Ammonito Wass.

15’ Conclusione potente di Ilicic che colpisce in pieno Pasalic.

13’ Ammonito Kondogbia.

6’ GOL Traversone da destra di Ferran Torres e perentoria incornata a rete di Gameiro. VALENCIA-ATALANTA 2-2

5’ Freuler centra la traversa con una bordata da fuori area.

1’ Entra Guedes per Diakhaby, Valencia con il 3-4-1-2 e l’ex interista Kondogbia arretrato in difesa.

Primo tempo

Due penalty trasformati da Ilicic nel primo tempo stanno spianando la strada all’Atalanta che è a 45’ da una storica qualificazione ai quarti di finale di Champions League. I nerazzurri hanno sfruttato la debolezza di un reparto arretrato improvvisato del Valencia, con un Diakhaby disastroso (suoi i due falli da rigore), per rinforzare ulteriormente il 4-1 dell’andata. Tra le due esecuzioni (3’ e 43’) di un ispirato Ilicic c’è stato il momentaneo pareggio spagnolo (21’) con Gameiro in una fase centrale del primo tempo che ha visto il Valencia tentare la riscossa e l’Atalanta un po’ in affanno, ma è stato soltanto un fuoco di paglia, i nerazzurri comandano per 2-1 e per essere eliminati dovrebbero incassare cinque gol senza segnarne nessuno.

49’ Fine primo tempo, Valencia-Atalanta 1-2.

48’ Una punizione di Ilicic da sinistra è respinta da Cillessen.

45’ 3’ di recupero.

45’ Entra Zapata per de Roon, infortunatosi a un occhio.

43’ GOOOOOL Ilicic spiazza il portiere con un rasoterra nell’angolino. VALENCIA-ATALANTA 1-2

Le due squadre in uno stadio Mestalla desolatamente vuoto

41’ Ingenuo fallo di mano in area di Diakhaby, una sciagura per il Valencia, a contatto con Ilicic, è il Var a segnalare il secondo rigore per l’Atalanta.

39’ Stavolta è il portiere Cillessen a precedere Ilicic con un’uscita efficace.

36’ Coquelin, già ammonito, rischia tutto per anticipare Ilicic, destinato a presentarsi solo davanti al portiere, e l’intervento salva il Valencia da un probabile gol.

33’ Ammonito Coquelin.

30’ Sinistro a giro di Rodrigo dal limite dell’area e il pallone sorvola la traversa.

25’ Sul corner da destra calciato da Ilicic, colpo di testa impreciso di Pasalic.

24’ Un traversone da sinistra di Gosens taglia tutta l’area, Hateboer è in agguato sul secondo palo, ma non arriva sulla palla per un pelo.

21’ GOL Errore di de Roon a centrocampo, Rodrigo in verticale lancia per Gameiro in area, Palomino tenta un intervento in disperata, ma Gameiro s’impossessa della palla e fulmina Sportiello con un diagonale rasoterra. VALENCIA-ATALANTA 1-1

9’ Tentativo da molto lontano di Rodrigo e Sportiello respinge.

3’ GOOOOOL Ilicic trasforma dal dischetto con un rasoterra centrale. VALENCIA-ATALANTA 0-1

2’ Ilicic entra in area sulla destra e disorienta con un doppio passo Diakhaby che lo atterra. Sacrosanto rigore.

Partita al via alle 21 esatte.

Rincorrendo il sogno dei quarti di finale di Champions League, l’Atalanta scende in campo stasera allo stadio Mestalla di Valencia per difendere il 4-1 del match d’andata di Milano contro una squadra spagnola in crisi e senza diverse pedine fondamentali.

Le due squadre in uno stadio Mestalla desolatamente vuoto

Ci sono anche le porte chiuse, per l’emergenza coronavirus, a favorire la squadra bergamasca che deve rinunciare a due titolari: oltre a Toloi, sostituito da Caldara, c’è da registrare il ko durante la rifinitura di Gollini (per lui probabile lussazione al mignolo della mano sinistra), così tra i pali ci sarà Sportiello. Mister Gasperini cancella l’unico dubbio nell’undici nerazzurro puntando su Pasalic trequartista alle spalle delle due punte Gomez e Ilicic. Zapata, dunque, nonostante la tripletta di Lecce, si siede in panchina.

Ricordiamo che l’Atalanta supera il turno se vince, pareggia o perde con due gol di scarto. Se perde con tre gol di scarto senza segnare, cioè in caso di 3-0, è eliminata, se perde 4-1 si va ai supplementari, in caso di 5-2, 6-3 per il Valencia passerebbero Gomez e compagni per il valore doppio dei gol segnati in trasferta a parità di reti totali realizzate, mentre un ko con almeno quattro gol di scarto sarebbe fatale in ogni caso all’Atalanta.

Il Valencia - che lamenta ancora il forfait della coppia titolare al centro della difesa - punta tutto sul fantasista Rodrigo, che aveva saltato l’andata degli ottavi, non tanto per i gol ma per la sua bravura nel dispensare assist e, in second’ordine, su capitan Parejo, fulcro del centrocampo, e sull’esterno offensivo Ferran Torres. Come preannunciato, fuori dallo stadio ci sono numerosi tifosi del Valencia che sosterranno dall’esterno la loro squadra.

I tifosi del Valencia fuori dallo stadio Mestalla

I tifosi del Valencia fuori dallo Stadio Mestalla

Le due formazioni

VALENCIA (4-2-3-1): Cillessen; Wass, Coquelin (29’ st Cheryshev), Diakhaby (1’ st Guedes), Gayà; Kondogbia, Parejo; Ferran Torres, Rodrigo (34’ st Florenzi), Soler; Gameiro. In panchina Domenech, Guillamon, Lee, Sobrino. All. Celades.

ATALANTA (3-4-1-2): Sportiello; Caldara, Palomino, Djimsiti; Hateboer, de Roon (43’ pt Zapata), Freuler, Gosens; Pasalic (38’ st Tamèze); Ilicic, Gomez (33’ st Malinovskyi). In panchina: Rossi, Castagne, Czyborra, Muriel. All. Gasperini.

ARBITRO: Hategan (Romania).