Martedì 24 Agosto 2010

Opere magiche e senza tempo
Bulgari in mostra in via Tasso

Grande mostra in programma dal 28 agosto al 17 ottobre al Palazzo della Provincia di via Tasso, a Bergamo. Allo Spazio Viterbi saranno esposte le opere di Silvano Bulgari in una mostra dal titolo «Statue titolate», un percorso multisensoriale tra scultura e arte orafa, tra sculture gioiello e statue titolate.

Opere senza tempo in un suggestivo viaggio tra mito e realtà. Un percorso onirico nel quale poesia e realtà cosmica si fondono a creare un nuovo universo empatico, un'esperienza multisensoriale, un viaggio lungo il quale impadronirsi delle forme scolpite e dei miti e delle storie da cui esse sono generate, del loro significante e del loro significato.

La mostra è inserita nel programma dell'evento annuale della Camera di Commercio «Notti di Luce 2010», e della VIII edizione di BergamoScienza. Il concept dell'allestimento, vera e propria esperienza dei sensi, si avvale dell'utilizzo di moderne tecnologie informatiche e di un suggestivo utilizzo dell'illuminazione, immergendo i visitatori in un connubio di suoni e immagini che fanno da esaltante ed esplicativo sfondo alle opere esposte. Ad accogliere i visitatori nel chiostro del Palazzo, collocata tra le opere monumentali di Manzù di proprietà della Provincia, l'imponente scultura in bronzo e oro zecchino «Il senso del tempo» realizzata con la tecnica della «cera persa»: un giovane uomo che, come Alice attraverso lo specchio, varca la soglia di un grande orologio per penetrare in un mondo fantastico.

Il percorso espositivo al coperto condurrà il visitatore intorno alle sculture e alle opere monumentali, fino alle straordinarie committenze e alle sculture indossabili realizzate utilizzando una gran varietà di materie preziose.

La mostra avrà inoltre tra i suoi obiettivi quello di sensibilizzare i visitatori nei confronti della tematica della donazione degli organi e di raccogliere adesioni a favore dell'Aido di cui Bulgari è da tempo sostenitore e oggi testimonial d'eccezione. «Esistono svariati modi di fare arte - commenta Bulgari -, esiste un'arte dell'immaginare, un'arte del descrivere, un'arte del creare e un'arte del vivere».

fa.tinaglia

© riproduzione riservata