Giovedì 03 Novembre 2011

«Echi d'organo» a Gandino
Si comincia sabato 5 novembre

Prende il via sabato 5 novembre a Gandino la sesta edizione di Echi d'Organo, la rassegna di musica sacra coordinata dalla Pro Loco Gandino. «È un evento – conferma il direttore artistico Salvatore Cortinovis – cresciuto in questi anni a Gandino, dove abbiamo proposto un percorso mirato ed esaustivo attorno agli organi che fanno parte della dotazione della Basilica, delle chiese sussidiarie e delle parrocchiali di Barzizza e Cirano».

Protagonista dell'edizione 2011 è la Basilica di S.Maria Assunta con il suo organo Bossi Urbani del 1858. Una scelta monotematica dettata dalla volontà di sottolineare anche in musica l'importante centenario che la chiesa festeggia proprio quest'anno. Quella di Gandino fu infatti la prima chiesa della Diocesi di Bergamo ad ottenere il titolo di Basilica, in forza del decreto firmato il 18 giugno 1911 da Papa Pio X.

Una prerogativa che sottolinea, qualora ve ne fosse ulteriore necessità, l'importanza del patrimonio di fede e cultura che la Basilica e il suo Museo racchiudono ancor oggi, unitamente ad una storia che trova nella musica e nei musicisti pagine maestose. I concerti di Fabio Nava (5 novembre) e Andrea Macinanti (26 novembre) si annunciano sin d'ora come appuntamenti di rilievo in una programmazione complessiva che ha segnalato il 2011 a Gandino come «Anno della Musica e dei musicisti», con un lavoro di ricerca e promozione coordinato dal Comune.

«Echi d'organo» propone anche una serie di valori aggiunti che contribuiscono non poco a promuovere la musica sacra e organistica in contesti più ampi. «Sin dal 2006 – conferma Antonio Rottigni della Pro Loco Gandino – pubblichiamo su internet le immagini video e le registrazioni audio di tutti i concerti. I files liberamente scaricabili in formato mp3 sono stati molto apprezzati, tanto che abbiamo superato i ventimila contatti. Da non dimenticare che in occasione dei concerti proponiamo da sempre anche visite guidate alle chiese e agli strumenti».

Il programma dettagliato e i file audio sono reperibili su www.gandino.it.

a.ceresoli

© riproduzione riservata