Giovedì 18 Giugno 2009

La collezione della Popolare
in mostra al museo di Romano

Il Museo d’Arte e Cultura Sacra a Romano di Lombardia ha aperto sabato 20 giugno (e fino al 1° novembre) la mostra «1300-2000 Il tempo del sacro», realizzata grazie al contributo della Banca Popolare di Bergamo in occasione del 140° anno di fondazione. L’esposizione offre una selezione di opere appartenenti allo stesso Istituto di Credito solitamente conservate presso le proprie sedi sul territorio lombardo.

La collezione della Banca Popolare di Bergamo spazia dal Trecento a oggi, con tre nuclei di primaria importanza: gli affreschi medioevali, strappati della chiesa di Santa Marta, appartenenti ad uno dei cicli pittorici più importanti della Bergamo della seconda metà del Trecento; svariati dipinti dal Rinascimento al Rococò che s’accompagnano alla pittura bergamasca del diciannovesimo secolo rappresentata da Luigi Locatelli e Luigi Trécourt. Tra le opere esposte spiccano per bellezza e dimensioni le grandi tele di Giovan Paolo Cavagna, Antonio Cifrondi, Luigi Trècourt e Giovanni Carnovali detto il Piccio. E ancora l’arte contemporanea significativamente rappresentata dall’opera “Ritratto di Papa Giovanni XXIII” dell’artista cinese Yan Pey-Ming. Nel catalogo a corredo della mostra ritorna visibile, dopo oltre 150 anni, l’intero ciclo pittorico della cupola del Duomo di Bergamo, costituito da otto affreschi opera del bergamasco Francesco Coghetti. Quattro sono i bozzetti di proprietà della banca (due dei quali esposti in mostra) e i restanti, sono gli affreschi strappati, attualmente non visibili e conservati nei depositi della stessa Cattedrale.

1300›2000 IL TEMPO DEL SACRO Capolavori dalla collezione Banca Popolare di Bergamo 20 giugno - 1 novembre 2009

Orari: venerdì, sabato e domenica 9-12, 16-19 ingresso libero
Museo d’Arte e Cultura Sacra – v.lo Chiuso, 22 – Romano di Lombardia Tel. 0363 902 507 – [email protected]

e.roncalli

© riproduzione riservata