«Borsa rubata a mia figlia autistica» Presa all’aeroporto: appello per ritrovarla

«Borsa rubata a mia figlia autistica»
Presa all’aeroporto: appello per ritrovarla

Il furto allo scalo di Orio al Serio lunedì scorso: l’appello del papà di una bimba di 10 anni per ritrovare la borsa con degli oggetti preziosi per la figlia.

I gufi ed Harry Potter sono le passioni di Myriam, una bimba di 10 anni, affetta da autismo. Purtroppo lunedì 10 dicembre, allo scalo internazionale di Orio al Serio, qualcuno le ha rubato la sua preziosa borsa con i suoi tesori. Il papà lancia un appello per ritrovarla, chissà che Babbo Natale non lo ascolti. Ecco la sua lettera:

«Buongiorno... In questo giorno assai speciale per tutti i bambini purtroppo lo è un po’ meno per la mia, Myriam, di 10 anni affetta da autismo. Lunedì scorso, dopo aver passato, tutti insieme, qualche giorno all’estero per vedere le bancarelle di Natale e provare a rallegrarci un po’, siamo tornati a casa. All’aeroporto di Orio al Serio, appena atterrati verso le 13, abbiamo consumato un pasto frugale per poi ricevere la doccia fredda. Qualcuno ha ben pensato di raccogliere la borsa di mia figlia e portarla via con sé».

«All’interno della borsa non vi era nulla di particolare valore materiale ma ne aveva per mia figlia:c’erano dei piccoli oggetti a forma di gufo, uno comprato durante il viaggio. Voi penserete: dove è la particolarità? Se non si conosce l’autismo, non c è nulla di particolare ma... Una delle caratteristiche dell’autismo è avere interessi ristretti e nel caso di cui vi parlo sono limitatissimi: i gufi ed Harry Potter. Tutto il resto sembra non esistere o quanto meno non suscita alcun interesse. Stamattina mi si è straziato il cuore quando mi è stato richiesto se la Santa le avesse portato la sua borsa. Mi ha chiesto se Babbo Natale poteva essere in grado di riuscire a procurarli».

«Vi sarei grato se potreste lanciare un appello con la piccola speranza che chi abbia compiuto questo gesto ignobile magari possa ravvedersi e restituire il maltolto. Le prime ricerche condotte, interpellando le autorità aeroportuali hanno purtroppo dato un riscontro negativo. Grazie, ringrazio in anticipo per il tempo dedicato».

Il papà di Myriam


© RIPRODUZIONE RISERVATA