Dopo Torre Boldone, tocca ad Azzano  Multe fino a 500 euro se il cane sporca

Dopo Torre Boldone, tocca ad Azzano
Multe fino a 500 euro se il cane sporca

Giro di vite contro i «ricordini» di Fido. Il sindaco Pergreffi: nessuna ordinanza ad hoc, ci limitiamo ad applicare la normativa esistente.

La strada l’aveva tracciata Torre Boldone, dove il sindaco Claudio Sessa aveva emesso un’ordinanza con multe fino a 720 euro per chi non raccoglieva le deiezioni (leggi pupù) dei propri cani. Un provvedimento che aveva fatto molto discutere ma anche discretamente apprezzato da parte dei cittadini del paese dell’hinterland, e non solo. Ora la palla passa ad Azzano San Paolo

Nei giorni scorsi sugli alberi di diverse vie del comune dell’hinterland sono stati infatti comparsi dei cartelli del Comune di Azzano San Paolo - Settore Polizia Locale, che ricordavano l’obbligo «per i conduttori dei cani di provvedere alla raccolta degli escrementi mediante apposita strumentazione (paletta, contro-paletta e sacchetti involucro)». Segue l’elenco delle contravvenzioni previste e dei relativi importi, che vanno da un minimo di 25 a un massimo di 500 euro. Nessuna ordinanza ad hoc, spiega il sindaco Simona Pergreffi, «solo l’applicazione della legge in vigore».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 7 marzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA