L’ultimo saluto a Massimo Scanzi «Ha sempre amato le persone più deboli»

L’ultimo saluto a Massimo Scanzi
«Ha sempre amato le persone più deboli»

Una folla commossa dà l’addio a Massimo Scanzi, papà di Giovanni. Sono stati investiti a Lallio mentre stavano attraversando la strada provincia sabato 1 settembre.

Giovanni è morto poche ore dopo, papà Massimo ha perso la vita venerdì 7 settembre all’ospedale Papa Giovanni. I funerali di Massimo Scanzi sono stati celebrati nella chiesa di San Pellegrino Terme. «Ho conosciuto molto bene Massimo negli anni giovanili – ha detto Don Franco Gherardi durante la cerimonia -. C’era sempre in lui la voglia di fare e impegnarsi. Ha sempre amato le persone più deboli, più fragili, e tutto questo l’ha imparato negli anni più giovani quando con lui ho potuto condividere la vita, i problemi missionari, le crisi delle fabbriche e dei lavoratori. Un grande ricercatore, appassionato di tutto, sempre pronto a leggere e imparare».

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de L’Eco di Bergamo in edicola 11 settembre 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA