Santa Lucia si festeggia a cavallo Il sogno realizzato di Shainy e Stefano
Al Centro equestre «Le Valchirie» (Foto by Frau)

Santa Lucia si festeggia a cavallo
Il sogno realizzato di Shainy e Stefano

«Da grande vorrei fare...». Quante volte questa frase è stata ripetuta da un bambino e quante volte il sogno di un mestiere futuro non si è avverato. Ci sono però delle eccezioni ed è il caso di Shainy Novelli e Stefano Merati, due giovani che sin da piccoli hanno desiderato di vivere all’aria aperta, di cavalcare, di crescere i migliori puledri ma anche di educare piccoli cavalieri.

Ora quel sogno è diventato realtà e Shainy e Stefano domenica 13 inaugureranno il loro maneggio a Brusaporto in un antico cascinale di via delle Groane.

«Avevo due anni quando mio padre mi mise in sella a un cavallo – racconta Shainy Novelli, che durante l’infanzia ha vissuto a Milano –. Fino ai sei anni mi portava a lezione di equitazione ogni settimana in un maneggio fuori dal capoluogo lombardo». Contemporaneamente, in terra bergamasca, cresceva anche Stefano Merati (del Monterosso), un po’ con lo stesso hobby. Sin da piccolo, infatti, insieme al fratello, aveva alimentato la passione dell’equitazione. «Sono salito su un cavallo alle elementari – racconta Stefano – e non sono più sceso. Quando sono diventato più grande, ho comprato un cavallo tutto mio e ho frequentato un circolo ippico durante gli studi all’Istituto agrario. Facevo gare e montavo tre volte alla settimana per prepararmi alle competizioni».


(Foto by Frau)

Diversa la storia di Shainy che invece non aveva un cavallo suo e a 12 anni ha iniziato a fare la baby sitter nel weekend per pagarsi le lezioni di equitazione. «Prendevo la metropolitana e il pullman e andavo in maneggio – ricorda Shainy –. Vivevo per cavalcare e a 14 anni ho iniziato a dare una mano in maneggio a sellare pony e ad aiutare i bambini, così ho imparato il mestiere».


(Foto by Frau)

Contemporaneamente ha studiato e si è laureata con una tesi sull’allevamento in benessere dell’animale. La conoscenza di Stefano è avvenuta più avanti con l’età mentre cercava la sua cavalla Ossidiana: l’incontro a Fara d’Adda quando ormai Stefano si era affermato non solo come cavaliere ma anche come esperto nella doma di cavalli e nella rieducazione di cavalli difficili o domati male.

La comune passione per i cavalli fa nascere anche il sogno comune, e così nasce la storia di Shainy e Stefano che domenica inaugureranno il loro Centro equestre «Le Valchirie» con una festa a partire dalle 15: Santa Lucia e il suo fido destriero regaleranno dolci ai bambini, ci saranno il truccabimbi, la lotteria, bancarelle di prodotti artigianali e un punto ristoro con grigliata. «Il nostro sarà un maneggio aperto a tutti – sostengono Shainy e Stefano –, oggi l’equitazione non deve essere esclusiva ma accessibile a tutti. Per noi i ragazzi sono tutti uguali, sia che abbiano il cavallo sia che non l’abbiano. Il maneggio deve diventare anche un luogo d’aggregazione, questo è il nostro sogno».


© RIPRODUZIONE RISERVATA