Carabiniere ucciso, interrogato l’investitore Convalidato l’arresto, resta in carcere

Carabiniere ucciso, interrogato l’investitore
Convalidato l’arresto, resta in carcere

Mercoledì 19 giugno si è svolto l’interrogatorio di Matteo Colombi Manzi, il trentaquattrenne che ha investito e ucciso l’appuntato Emanuele Anzini a un controllo stradale.

Arresto convalidato, così anche la custodia in carcere per Matteo Colombi Manzi, il cuoco di 34 anni accusato di omicidio volontario per aver investito e ucciso la notte tra domenica 16 e lunedì 17 giugno, il carabiniere Emanuele Anzini, che stava effettuando un controllo stradale a Terno d’Isola.

L’uomo, difeso dall’avvocato Federico Riva, è stato interrogato dal giudice Federica Gaudino. Nell’interrogatorio ha raccontato di non aver visto il carabiniere, di essersi accorto solo successivamente di quanto accaduto e di essere rimasto pietrificato una volta tornato indietro. Colombi ha anche ammesso di aver bevuto, prima a un ricevimento durante il lavoro e poi anche dopo aver finito il turno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA