Dopo la puntura va in choc anafilattico Salvato da un medico che lo soccorre

Dopo la puntura va in choc anafilattico
Salvato da un medico che lo soccorre

È stato salvato da un medico che è subito intervenuto e gli ha somministrato un farmaco cortisonico contro lo choc anafilattico.

Se l’è vista davvero brutta il geometra di 55 anni residente a Ranica che domenica pomeriggio è stato punto da un calabrone sul collo. L’uomo si era dato appuntamento con un’amica di Torre Boldone per fare un giro in bicicletta lungo la pista ciclabile che costeggia il Brembo. Mentre si trovavano a Filago, in una strada in aperta campagna, il 55enne è stato punto dietro il collo, all’altezza della nuca, da un calabrone. Si è subito fermato e in pochi secondi ha perso i sensi e ha cominciato a uscirgli schiuma dalla bocca.L’amica, terrorizzata, si è messa a urlare chiedendo aiuto. Sono arrivate diverse persone dalle poche abitazioni vicine, tra cui – fortunatamente – un medico che ha subito capito la situazione di grave pericolo e ha praticato al ciclista un’iniezione di farmaco cortisonico che ha fatto regredire lo choc anafilattico. Nel frattempo l’amica ha chiamato il 112 raccontando l’accaduto ed è arrivata anche l’ambulanza del 118.

Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 6 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA