Eroina, Bergamasca seconda in Italia Su «L’Eco» due pagine di inchiesta
In una borsa eroina purissima

Eroina, Bergamasca seconda in Italia
Su «L’Eco» due pagine di inchiesta

Vi ricordate lo scorso settembre? Trentadue chili e 400 grammi tutti in un colpo solo, in un appartamento di Brembate diventato raffineria di droga, con un piccolo arsenale a fare da contorno. Quel blitz lo ricorda anche il Ministero dell’Interno: è stato il secondo rinvenimento più consistente di eroina in Italia lungo tutto il 2017.

Lo sottolinea la relazione annuale appena pubblicata dalla Direzione centrale per i servizi antidroga, l’apparato del Ministero dell’Interno che quotidianamente monitora i flussi del narcotraffico, in un documento che pone l’attenzione soprattutto sull’eroina. Un’impennata a livello nazionale (+28% di sequestri rispetto al 2016) che ha nella Lombardia il proprio epicentro: qui, lo scorso anno le forze dell’ordine hanno rinvenuto 130 chili di eroina, il dato più elevato tra le 20 regioni d’Italia, come accade ininterrottamente dal 2014. E Bergamo, con i suoi 36,820 chili, influenzati ovviamente dal maxisequestro di Brembate, è la provincia lombarda dove si è «intercettata» più eroina.

Due pagine di analisi acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 9 luglio

© RIPRODUZIONE RISERVATA