Legler, il dramma dei risparmiatori Ma c’è un possibile spiraglio

Legler, il dramma dei risparmiatori
Ma c’è un possibile spiraglio

Non è una prospettiva incoraggiante quella che si affaccia agli occhi degli oltre 800 soci prestatori della Legler, che hanno affidato alla cooperativa, ora in pre concordato, 9,4 milioni di euro.

C’è chi, sul suo libretto, ha accantonato i risparmi di una vita, chi il gruzzolo da lasciare ai nipoti e chi ancora le poche centinaia di euro al mese di pensione. Ora tutti quei soldi sono bloccati. Lo resteranno per molto tempo, come ha ammesso anche il presidente della cooperativa, Roberto Baroni, nella lettera che sta arrivando in questi giorni a tutti soci. Ma il timore è che, invece, ne possa rientrare solo una parte. Su L’Eco di Bergamo in edicola lunedì 19 febbraio il racconto dei risparmiatori e l’ipotesi di uno spiraglio esplicitata dal presidente di Confcooperative Giuseppe Guerini durante l’assemblea di sabato sera a Ponte San Pietro.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 19 febbraio 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA