Lo spray al peperoncino non basta Litiga col padre, picchia i carabinieri

Lo spray al peperoncino non basta
Litiga col padre, picchia i carabinieri

Ha litigato col padre e, quando la sorella ha chiesto l’intervento dei carabinieri, se l’è presa anche con loro: in manette con le accuse di resistenza e oltraggio è finito un quarantenne di Terno d’Isola.

Tutto è cominciato poco prima delle 21 di lunedì a Terno: a dare l’allarme ai carabinieri di Calusco d’Adda la sorella dell’arrestato, che ha segnalato una lite piuttosto accesa tra il fratello e il padre, col primo che stava anche rompendo diverse suppellettili in giardino. Al loro arrivo i militari hanno trovato padre e figlia in strada, mentre il quarantenne era ancora nel giardino, intento a gridare e rompere fioriere. I carabinieri hanno cercato di avvicinarlo, ma l’uomo se l’è presa anche con loro, tanto che alla fine ha sferrato un pugno a un militare.

Il secondo è intervenuto spruzzando peperoncino verso il quarantenne per cercare di calmarlo, ma questi, secondo l’accusa, avrebbe parzialmente schivato lo spray facendo scudo col primo carabiniere, a sua volta colpito. Alla fine l’uomo è stato bloccato e arrestato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA