«Nessuno deve rimanere indietro» Brembate, premiata la giovane Marta
Marta Sodano, la giovane premiata

«Nessuno deve rimanere indietro»
Brembate, premiata la giovane Marta

Marta Sodano, 25 anni, a marzo parlò al Palazzo di vetro dell’Onu, a New York, rappresentando l’Italia alla Giornata internazionale della sindrome di Down.

Lo scorso mese di marzo parlò al Palazzo di vetro dell’Onu, a New York, rappresentando l’Italia alla Giornata internazionale della sindrome di Down. Nella serata conclusiva della 27ª Sagra di San Vittore, l’amministrazione comunale di Brembate ha deciso di premiarla, consegnandole una pergamena. Lei è Marta Sodano, 25 anni, che anche davanti ai suoi concittadini ha ribadito il diritto all’istruzione per le persone diversamente abili, perché nessuno deve rimanere indietro. Brembate ha inoltre premiato chi ha servito la comunità lungo un quarto di secolo – il presidente dell’Associazione anziani e pensionati Enrico Colombo – dando poi il benvenuto nell’età adulta ai diciottenni.


Leggi l’articolo di Calvin Kloppenburg acquistando a 0,99 euro la copia digitale de «L’Eco di Bergamo» di mercoledì 15 maggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA