Giovedì 21 novembre 2013

La moda aiuta l’Africa

Tre bergamasche all’asta

Bags for Africa, l’invito all’asta

Tre realtà bergamasche per Bags for Africa, l’asta di beneficenza organizzata da Coopi – Cooperazione Internazionale - che si terrà il 26 novembre nel Salone d’Onore della Triennale di Milano, a partire dalle 18.30. Cividini, Trussardi e Tiziana Fausti hanno infatti messo a disposizione una loro borsa per questa causa umanitaria così importante.

La manifestazione è realizzata con il patrocinio del Comune di Milano ed Expo 2015, in collaborazione con Camera Nazionale della Moda Italiana, Christie’s Italia, Morino Studio e Vanity Fair.

All’asta hanno aderito 45 aziende che hanno donato una borsa in stile vintage.

Questa quarta edizione ha infatti un tema speciale per ricordare un periodo memorabile non solo per la moda, ma anche per Coopi, fondata nel 1965. Oltre ai big della moda, verrà battuta all’asta anche una mini-collezione di borse realizzate da Martina Maggiorelli con le artigiane del progetto Coopi in Marocco.

Inoltre, per la prima volta quest’anno, a fine asta, verranno messi in vendita anche 10 paia di occhiali Yobe Eyewear, ognuno dedicato a una donna africana e alla sua storia. I fondi raccolti saranno destinati ai progetti di Coopi contro la malnutrizione in Niger e Ciad. Donne e bambini i principali destinatari degli interventi: la sfida è quella di combattere la malnutrizione da più fronti, attraverso il rafforzamento delle capacità locali di diagnosticare, prendere in carico e curare la malnutrizione acuta; la diffusione delle buone pratiche nell’alimentazione della famiglia e dei neonati; la promozione del ruolo della donna; la gestione immediata dei casi di malnutrizione.

All’asta parteciperà anche Tiziana Fausti con una sua Art bag, prima borsa realizzata dall’imprenditrice e dipinta dall’artista Natalie Silva a favore delle donne vittime di violenza. Si tratta di un pezzo unico ispirata alla cultura Pop degli anni ’70. Sulla borsain pelle si stagliano «le donne con la pistola»: colorate e agguerrite sono ispirate alle attrici dei B-movies anni’70 come Tura Satana, Jane Fonda, Cheny Pei Pei o l’afro-americana Pam Grier, icone di donne forti, indipendenti tutte protagoniste di un regolamento di conti in un mondo di violenza maschile.

Inoltre, oltre a un modello Trussardi, Cividini quest’anno ha realizzato un pezzo unico ispirato al tema di questa edizione «Vintage – anni 60/70». Un modello a secchiello destrutturato, realizzato in pelle di vitello con rifiniture in serpente, dal gusto retrò, declinato nelle sfumature del fumè. «La nostra adesione a questo importante progetto che promuove l’idea di una moda solidale, rappresenta uno degli aspetti principali della nostra filosofia» ha dichiarato Piero Cividini.

Ecco le aziende che hanno aderito a Bags for Africa IV edizione: Agatha Ruiz de la Prada, Alberta Ferretti, Alviero Martini 1^ Classe, Antonio Marras, Braccialini, L’Autre Chose,

Benedetta Bruzziches, Brunello Cucinelli, Carta e Costura, Cinzia Rocca, Cividini, Costume National, Coite, Daniela Bentivoglio, Daniela Gerini, Eduardo Wongvalle, Ermanno Scervino, Fratelli Rossetti, Gabs, Giancarlo Petriglia, Giuseppe Zanotti Design, Hogan, John Richmond, Lorenzo Riva, Marta Ferri, Martino Midali, Mywalit, Moschino, Piquadro, Renato

Balestra, Roberto Cavalli, Rodo, Roger Vivier, Salvatore Ferragamo, Santoni, Stefanomano, Stella Jean, Thalè Blanc, Tiziana Fausti, Tod’s, Trussardi, Valentino Orlandi, V°73, Vivienne Westwood, Zagliani.

I pezzi unici realizzati saranno battuti nell’asta curata da Christie’s il 26 novembre: nel frattempo sarà possibile partecipare all’asta da casa propria collegandosi al sito di Coopi: www.coopi.org

Fabiana Tinaglia

© riproduzione riservata