«Io giramondo tra Sharm, Spagna e Brasile»

«Io giramondo tra Sharm,
Spagna e Brasile»

È sempre stato così, fin da bambino: la voglia di girare il mondo, di creare relazioni, trovare contatti. Dalla Spagna all’Egitto, fino al Brasile. Efrem Locatelli, 44 anni, originario di Mozzo, una residenza fissa non ce l’ha. Da quando a 19 anni ha deciso di andare all’estero per frequentare l’Isef, ad Alicante: «Volevo iniziare a uscire dall’Italia, amavo fare sport: la Spagna era la meta più facile e accessibile» spiega. E proprio in Spagna ha iniziato a creare quella rete di contatti che gli ha permesso di avviare da diversi anni delle attività di consulenza nel settore del turismo: «Lavoro con delle società avviate a Formentera, Sharm El Sheik e Fortaleza: ci occupiamo di affittare case, auto, quad nel deserto, moto e bici – spiega –. Io sono il tramite per la clientela internazionale e anche italiana, e quindi vivo tra i tre Stati, affinchè ogni servizio sia funzionale».

Un lavoro di «consulenza turistica», per riassumere in semplicità il mestiere, un’attività che Efrem ama moltissimo e che fa parte proprio del suo Dna: «Non potrei fare altro, amo stare con la gente, creare relazioni e mettere in contatto le persone. Ad Alicante ho iniziato subito con l’attività commerciale: ho aperto un bar a Benidorm, in Costa Blanca: si chiamava “Rock targato Italia” – racconta –. Dopo qualche anno, con un amico di Brescia, Giordano Bassi, sono andato in vacanza a Sharm El Sheik : entrambi avevamo la passione per le moto e nel 1996 ecco che ci provo: siamo stati i primi italiani ad aprire in quel Paese un business con i beduini. Insieme a loro abbiamo creato un servizio per affittare quad nel deserto, creando escursioni e serate tematiche».

Efrem Locatelli in Brasile

Efrem Locatelli in Brasile

© RIPRODUZIONE RISERVATA