Michele, da Orezzo a Groningen Con i Nobel per la chimica

Michele, da Orezzo a Groningen
Con i Nobel per la chimica

Il master in Nanoscienze in Olanda. «Qui sanno cosa vuol dire investire sui giovani: pagati per studiare, fare ricerca e innovazione». «Sono tornato in Italia da poco – racconta Michele Merelli –, ma presto dovrò ripartire». Michele, 24 anni, originario di Orezzo, frazione di Gazzaniga, è partito due anni fa per continuare il suo percorso di studi in Olanda. «Dopo la laurea triennale – spiega il ragazzo – in Ingegneria dei Materiali e Nanotecnologie, conseguita nel luglio 2016 al Politecnico di Milano, ho potuto continuare il mio percorso di studi in Olanda, nella piccola ma vivacissima Groningen, all’estremo Nord, partecipando a un top master in Nanoscienze».

Per accedere al master Michele ha dovuto, però, prima, superare una grande concorrenza e una selezione. «Per essere ammessi – specifica –, bisogna superare una fase di selezione che prevede anche un colloquio nella sede dell’Università di Rijksuniversiteit Groningen. Per cui fui invitato, a loro spese, nel maggio 2016, ad andare da loro per il colloquio che ho passato, venendo così ammesso. In questa selezione, solo 10-15 studenti provenienti da tutto il mondo vengono accettati. La dicitura “top” del corso è stata data dopo rigorosi controlli della qualità dell’educazione e per diversi anni questo master, che spinge gli studenti a una conoscenza dettagliata di ambiti diversi, come fisica e chimica, è stato definito come il migliore d’Olanda. Per questi motivi è così prestigioso».


© RIPRODUZIONE RISERVATA