A Bergamo duecento dehors «Sono un successo, resteranno»

A Bergamo duecento dehors
«Sono un successo, resteranno»

Il sindaco: «Chi vuole potrà continuare: la nostra intenzione è renderli stabili». Dal 1° gennaio si pagherà però l’occupazione del suolo. Si cerca una soluzione ad hoc per Borgo Santa Caterina.

L’estate è finita, ma i dehors resteranno e ben oltre la scadenza (indicativa) di fine ottobre. «Sono 200 in tutto e da parte nostra c’è la volontà di stabilizzarli» spiega il sindaco Giorgio Gori. Nessuna valutazione caso per caso «ma una scelta in blocco». Con le sole eccezioni «di quelli sulle corsie preferenziali dei bus». Ovvero via Broseta e Santa Caterina. «Qui ci sono delle considerazioni da fare. Nel primo caso si tratta di un’occupazione temporanea ed è difficile trovare margini d’azione. Su Santa Caterina, invece, ci sono da fare delle riflessioni più ampie perché avevamo promesso che lì sarebbe tornato il bus e intendiamo mantenere la parola. Ma stiamo studiando qualcosa in grado di contemperare le esigenze dei locali, evitando gli assembramenti, soprattutto nel weekend». Su tutti gli altri dehors «senza eccezioni, cercheremo di creare le condizioni perché, chi lo voglia, possa restare». Gratis fino al 31 dicembre, «dopo si pagherà l’occupazione del suolo pubblico».

d.nikpalj
Dino Nikpalj L'Eco di Bergamo

© RIPRODUZIONE RISERVATA