Assembramenti, controlli in città:  zero multe Ma c’è chi si ritrova sul tetto di un palazzo
L’assembramento sul tetto

Assembramenti, controlli in città: zero multe
Ma c’è chi si ritrova sul tetto di un palazzo

Bergamo, Città Alta e bassa presidiate dalle forze dell’ordine. Fotografati sui social alcuni giovani sopra un edificio.

Per tutta la giornata di sabato 27 marzo in centro città c’è sempre stato movimento di persone, non esagerato ma comunque tanto, considerando che siamo in zona rossa, mentre la situazione è stata molto più tranquilla in Città Alta. In città bassa non è mancato persino chi ha deciso di ritrovarsi sopra un tetto, come dimostrano alcune foto diffuse sui social. La polizia locale è intervenuta in alcune zone della città (Celadina, via Zanica, via Guerrazzi e davanti a un bar in piazza Matteotti) per assembramenti ma, all’arrivo delle pattuglie, le persone si sono dileguate. Controllati 41 cittadini, tutti in giro con un giustificato motivo: nessuna sanzione per il mancato rispetto delle norme anti Covid. Elevate invece 25 sanzioni al Codice della strada: una per mancata precedenza, 6 per uso del cellulare alla guida (in servizio anche l’auto «civetta» della locale proprio per questo specifico servizio) e le altre per divieto di sosta. Molti i controlli da parte delle forze dell’ordine in città: intorno alle 16 in viale Papa Giovanni XXIII c’era una pattuglia della polizia locale per controllare gli automobilisti e nella zona di Porta Nuova erano presenti quattro volanti della questura e un mezzo dell’esercito davanti ai Propilei contro gli assembramenti.

Dalle 16 alle 17 in via XX Settembre si è registrato un passaggio continuo di persone, con qualche coda all’esterno di alcuni negozi. Davanti agli uffici dell’Anagrafe, seduti sulle panchine, una decina di ragazzi con le mascherine abbassate. Poche persone invece attorno alla fontana di piazza Pontida, area di ritrovi soprattutto in zona arancione. Deserta Piazza della Libertà: presente un mezzo militare in presidio. In Città Alta la situazione è rimasta tranquilla per tutta la giornata: poche le persone sulla Corsarola e in Piazza Vecchia, dove c’erano anche due agenti della polizia locale. Verso le 17,30 lungo le Mura erano presenti due volanti della questura per controllare gli automobilisti e un gruppo di giovani seduti sulle panchine, un po’ troppo vicini tra di loro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA