Bergamo piange Paolo Ravelli «Un gigante della medicina»
Il dottor Paolo Ravelli

Bergamo piange Paolo Ravelli
«Un gigante della medicina»

Era direttore di Gastroenterologia 2 ed Endoscopia digestiva all’ospedale «Papa Giovanni». Remuzzi: «Sul piano tecnico non aveva rivali». Labianca: «Grande umanità».

Un uomo di statura superiore, competente, preparato. Il gastroenterologo bergamasco Paolo Ravelli ha lasciato una traccia indelebile nel mondo della comunità scientifica. La notizia della sua morte ha gettato nello sconforto chi ha lavorato al suo fianco apprezzandone le qualità umane e professionali. E nono sono pochi. Ravelli aveva iniziato la sua carriera sul finire degli anni Settanta e, prima di arrivare a guidare il reparto di Gastroenterologia 2 - Endoscopia digestiva al «Papa Giovanni XXIII», aveva maturato significative esperienze agli Spedali Civili di Brescia e all’ospedale «Bolognini» di Seriate, dove era stato dirigente responsabile del servizio di Gastroenterologia ed Endoscopia digestiva per poi approdare nel 2010 ai Riuniti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA