Boccia: «I dati lombardi erano sbagliati  Con le zone evitati altri lockdown»

Boccia: «I dati lombardi erano sbagliati
Con le zone evitati altri lockdown»

Sulla polemica con la Regione il ministro Francesco Boccia è tranchant
«La possibilità di una deroga a livello provinciale già prevista. Gori fa bene a chiederla».

La riunione con il collega Roberto Speranza, il commissario Domenico Arcuri e i rappresentanti delle Regioni termina dopo le 20 di sabato 23 gennaio. Dopo tre ore filate su quel piano vaccini che a causa dei ritardi di Pfizer rischia di rallentare in maniera preoccupante la campagna, il ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia , trova però il tempo di passare all’altro tema caldo di giornata: la polemica tutta lombarda sull’integrazione ai dati trasmessi all’Istituto superiore di sanità col relativo passaggio in zona arancione . E qui le preoccupazioni lasciano spazio a toni più perentori, per non dire seccati.

Ministro Boccia quello tra Lombardia e governo si è rivelato uno scontro duro: ma alla fine chi ha sbagliato? La Lombardia a mandare i dati o qualcosa non ha funzionato a Roma come ha ribadito lo stesso Fontana anche sabato?

© RIPRODUZIONE RISERVATA