Contro la movida, stop all’asporto Basta bevande fuori dai locali dopo le 18

Contro la movida, stop all’asporto
Basta bevande fuori dai locali dopo le 18

Milano e Brescia hanno reagito d’istinto, Bergamo ha preferito aspettare. Ma la strada è la stessa: stop alla vendita di bevande d’asporto.

L’ordinanza sarà pronta la prossima settimana, prima del weekend: il divieto scatterà probabilmente dalle 18, «anche per le bibite analcoliche» spiega il sindaco Giorgio Gori.

Nessuna velleità da sceriffo, semmai la volontà «di evitare assembramenti di giovani che se ne stanno nelle vicinanze dei locali con la bibita in mano, come successo lo scorso venerdì sera in Piazza Vecchia, per esempio» ricorda. «Potevamo fare subito l’ordinanza, ma abbiamo voluto che bar e ristoranti avessero il tempo necessario per attrezzarsi con i dehors». E che la previsione normativa avesse anche il favore «delle associazioni di categoria». Obiettivo centrato.

d.nikpalj
Dino Nikpalj

Curioso di tutto ed esperto di niente. Classe 1968 (ohibò…), maturità tecnica e studi in Giurisprudenza, lavora a L’Eco di Bergamo dal novembre 1997. Vicecaporedattore dal 2014, è stato inviato e per tre anni ha guidato la redazione web. Scrive di cronaca, politica, trasporti e Atalanta, della quale è tifosissimo. Ha da sempre una passionaccia per il calcio inglese in tutte le sue forme e categorie, una spiccata simpatia per il Manchester City e una fornitissima biblioteca, anche di storie di calcio. Che prova a raccontare su Corner.

© RIPRODUZIONE RISERVATA