Orobie, assalto anche senza sci «Ma qui è naturale il distanziamento»
Tutto esaurito sabato 20 febbraio al parcheggio di Foppolo

Orobie, assalto anche senza sci
«Ma qui è naturale il distanziamento»

Sabato 20 febbraio tanti turisti sulla neve anche con la chiusura degli impianti sciistici. Clima quasi primaverile. Rischio valanghe 3. Lobati: è la prova che qui si può riaprire in sicurezza.

Avrebbe potuto essere un normalissimo sabato di metà febbraio, in Valle Brembana. Nonostante le restrizioni e le chiusure obbligate, complice la bella giornata, ieri le Orobie occidentali sono state meta di numerosi escursioni e scialpinisti. «Non si può parlare di ripresa – spiega Gaetano Bonetti, consigliere di Piazzatorre – perché gli impianti sono chiusi e gli alberghi anche (almeno a Piazzatorre due su tre sono chiusi). Le persone però ci sono, soprattutto i proprietari delle seconde case. Ci sono stati poi anche tanti pendolari di giornata: gente che viene in valle per fare un’escursione sulla neve o scialpinismo o ancora famiglie con i figli che vogliono fare bob, e poi tornano a casa la sera. Un trend abituale per questa strana e anonima stagione invernale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA