Smartphone, allarme adolescenti «In chat anche oltre 100 volte al giorno»

Smartphone, allarme adolescenti
«In chat anche oltre 100 volte al giorno»

Allarme adolescenti: due su tre in «chat» anche a tavola e persino di notte
Il rapporto Oscarv: «L’uso del telefonino occupa tutti gli spazi del quotidiano».

Arrivano a toccare il cellulare anche 110 volte al giorno e fanno fatica a prendersi una pausa da social e web. Quasi impossibile stare tre ore senza il mondo virtuale: due ragazzi su tre non rinunciano a inviare messaggi o rispondere alle telefonate nemmeno di notte o se si trovano a tavola in famiglia. I giovani 2.0 sono sempre più connessi, non solo nell’età dell’adolescenza, ma anche nella preadolescenza: praticamente tutti i ragazzi e ragazzini hanno in tasca un telefonino, che sia smartphone o di vecchia generazione, nel 97% dei casi per chi frequenta le medie e 99,5% per chi è alle superiori.

E lo utilizzano continuamente: lo dimostra lo studio dell’Oscarv, l’Osservatorio sulla comunicazione adolescenziale tra reale e virtuale . Un progetto nato dalla collaborazione tra Medas Onlus, Movimento educativo per il diritto allo studio, Provincia, Comune di Bergamo, Università di Bergamo, Coordinamento comitati genitori delle scuole Superiori, Ats, Fondazione Bergamo nella Storia, Consiglio dei sindaci, Upee-Ufficio pastorale dell’età evolutiva della Diocesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA