Nato, 70 anni di pace Divisa sulle sfide future
Il presidente Usa Donald Trump

Nato, 70 anni di pace
Divisa sulle sfide future

Mai in passato prima d’ora i leader dei Paesi della Nato sono apparsi così divisi tra loro. Per due giorni a Londra i ventinove membri dell’Alleanza atlantica celebreranno i 70 anni dell’organizzazione militare e si interrogheranno sul daffarsi. Le sfide non mancano, ma preoccupano - e non poco - i litigi e l’ordine sparso con cui si intendono affrontare questioni vitali. L’agenda dei lavori è fittissima: si va dalla riforma dell’Alleanza alle spese dei singoli Stati fino alle concrete risposte da dare a Russia e a Cina.

Il nocciolo della questione è capire se la Nato è ancora il baluardo insormontabile della sicurezza in Europa oppure è venuto ormai il momento per far nascere una vera forza militare continentale, chissà se ancora sotto l’ombrello dell’Alleanza atlantica. Recentemente il presidente francese Macron è arrivato addirittura a parlare di «morte cerebrale» della Nato, poiché «non c’è il più piccolo coordinamento per prendere decisioni strategiche». Durissima è stata la risposta del turco Erdogan, sentitosi chiamato in causa, poiché aveva comprato sistemi anti-aerei sofisticati dalla Russia, irritando gli Stati Uniti e l’Ue. La tedesca Merkel ha cercato di riportare la calma, ricordando ai colleghi che «l’Alleanza atlantica resta la pietra angolare della nostra sicurezza».


© RIPRODUZIONE RISERVATA